Bearzi

sci

Le nevi del Friuli Venezia Giulia ancora protagoniste del grande sci internazionale. Lunedì 17 e martedì 18 gennaio, infatti, Tarvisio ospiterà due Slalom di Coppa Europa validi per il “Trofeo Playlife”. La località dell’Alto Friuli è stata designata per recuperare le gare cancellate in Austria e Germania. Le competizioni si svolgeranno sulla pista “C” del Priesnig e vedranno al via le migliori sciatrici del circuito internazionale.

Al cancelletto di partenza, infatti, ci saranno circa 110 atlete in rappresentanza di 21 Nazioni, che dalle 9 di lunedì 17 (il giorno dopo l’orario di inizio dovrebbe rimanere lo stesso) si sfideranno sulle nevi tarvisiane. Questa sarà l’occasione per vedere ancora in pista sciatrici di grande livello. Per l’Italia, si segnalano Nicole Gius e Chiara Costazza, ma sono da tenere d’occhio anche le svedesi Therese Borssen e Frida Hansdotter, le tedesche Fanny Chmelar, Christina Geiger e Katharina Dürr, nonché la statunitense Sarah Schlepper. Quaranta delle prime 75 atlete al mondo parteciperanno alle gare, ulteriore “antipasto” in vista della Coppa del mondo femminile che il 5 e 6 marzo 2011 ritornerà a Tarvisio.

Molto soddisfatto per l’arrivo di questa nuova “pattuglia” mondiale dello sci il presidente di Promotur, Stefano Mazzolini: «Come sempre, ci siamo detti disponibili con entusiasmo a ospitare queste importanti gare – commenta -. In tutta Europa diluvia e le piste dei Paesi a noi vicini sono rovinate. Noi, invece, riusciremo a garantire le competizioni a 750 metri, mentre in località a 3.000 metri di altitudine ciò non accade. Questo dimostra che la nostra gestione dell’innevamento artificiale, nonostante condizioni meteo non sempre favorevoli, è stata azzeccata: oggi possiamo proporre piste in ottime condizioni in tutto il Friuli Venezia Giulia e non è un caso che le grandi Nazionali di sci, così come le gare più importanti, continuino a scegliere i nostri poli. Le scelte all’avanguardia come la nostra pagano sempre».

Secondo Mazzolini, l’arrivo delle atlete di Coppa Europa ha anche altri benefici: «In un periodo tradizionalmente non di grande affollamento nei nostri hotel – sottolinea il presidente -, grazie alle squadre riusciremo a riempire gli alberghi, con ovvi benefici per la nostra economia. Non è un aspetto secondario. Anche per questo, ci siamo sempre dichiarati disponibili a ospitare sulle nostre nevi allenamenti e gare, dimostrando grande capacità organizzativa anche all’ultimo momento».

(Foto di Archivio)

facebook

Lascia un commento

599