Coronavirus: 11 milioni destinati ai comuni del FVG

Undici milioni di euro per sostenere i Comuni del Friuli Venezia Giulia, enti in prima linea nell’attuale fase di emergenza epidemiologica, che necessitano di liquidità per fronteggiare la progressiva diminuzione di entrate nei loro bilanci, dovuta alla grave e imprevista crisi economica legata al Covid-19″.

È quanto ha annunciato l’assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti, anticipando alcuni contenuti del disegno di legge che presenterà domani in Giunta regionale e che contiene una serie di disposizioni urgenti, in materia di autonomie locali e funzione pubblica, legate all’attuale situazione emergenziale.

“Si tratta di risorse già assegnate alle Amministrazioni locali e vincolate a investimenti non ancora realizzati – ha spiegato l’assessore – che, in un’ottica di maggiore efficienza dell’azione pubblica, intendiamo liberare dall’originaria destinazione affinché i sindaci ne possano disporre tempestivamente per affrontare necessità ed esigenze urgenti, a vantaggio della comunità. Sarà possibile anche l’utilizzo di risorse in parte corrente, per mitigare gli effetti di una situazione che colpisce gli enti pubblici, incide sui loro bilanci e paventa il rischio di una crisi di liquidità”.

“Il provvedimento – ha precisato l’assessore – non pregiudica la futura realizzazione degli interventi originariamente programmati e per i quali erano state stanziate le risorse. Una volta superata l’attuale emergenza, i Comuni ancora interessati potranno proseguire nell’iter di attuazione”.

“Con l’obiettivo di alleggerire i carichi amministrativi – ha concluso l’assessore – il disegno di legge prevede una serie di proroghe rispetto ad alcune scadenze che gli enti locali non riuscirebbero a rispettare, tanto nel processo per il superamento delle Unioni territoriali intercomunali, quanto nel procedimento per la nomina dei componenti degli organi di revisione dei Comuni e delle Unioni territoriali intercomunali. Vengono inoltre snelliti i procedimenti per la trasformazione e il superamento delle Unioni territoriali intercomunali”

260