Bearzi

Coronavirus, 51 morti in Corea del Sud 

Sono 51 i morti e 248 i nuovi casi di coronavirus in Corea del Sud, dove il totale delle infezioni arriva a quasi 7.400 e dove resta alta l’allerta nonostante si registri un calo delle infezioni rispetto ai giorni scorsi. Gli ultimi dati confermati dai Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) relativi a ieri e riportati stamani dall’agenzia Yonhap parlano di 7.382 contagi. Le vittime sono per lo più anziani con patologie pregresse. Ieri è risultato positivo ai test anche un 24enne sudcoreano che secondo la Yonhap è stato di recente in Italia.  

In Corea del Sud le zone più colpite restano quelle di Daegu, con 190 casi registrati ieri e 5.571 in totale, e del Gyeongsang Settentrionale, con 26 nuovi contagi e 1.107 in totale. “In questo momento ci concentriamo sugli sforzi per ridurre il numero delle infezioni”, ha detto il vice ministro della Sanità, Kim Ganglip, sottolineando come il numero dei contagi sia in calo rispetto ai giorni scorsi. I primi casi di contagio sono stati segnalati nel Paese il 20 gennaio.  

Fonte: Adnkronos

facebook
197