Coronavirus: Ssr al lavoro per controlli sanitari in tempi rapidi

Udine, 15 ago – I Dipartimenti di prevenzione delle Aziende
hanno ricevuto solo in 24 ore oltre 5 mila richieste di tamponi:
il Sistema sanitario regionale sta organizzando le risposte che
cercherà di assicurare nel minor tempo possibile.

Lo assicura il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con
delega alla Salute e Protezione civile in merito alla gestione
delle richieste di coloro che devono essere sottoposti a tamponi
obbligatori in rientro da Croazia, Grecia, Malta e Spagna,
rendendo noto che è massimo l’impegno di tutti per ridurre i
tempi di attesa.

Il vicegovernatore chiarisce che è in via di organizzazione un
sistema che ha visto a causa dell’ordinanza del ministro della
Sanità soltanto due ore di preavviso nella settimana di
Ferragosto: ciò oltre al lavoro che già il Ssr effettuando per
l’ordinaria sorveglianza sanitaria, alla quale si aggiunge il
fenomeno della gestione dei migranti, delle vaccinazioni e
dell’avvio dell’anno scolastico in sicurezza.

Il consiglio a tutti è di contattare prima i Dipartimenti di
prevenzione attraverso la mail: ASU FRIULI CENTRALE – Udine
[email protected]; ASU FRIULI CENTRALE –
Gemona del Friuli [email protected]; ASU FRIULI
CENTRALE – Latisana/Palmanova
[email protected]; ASU GIULIANO
ISONTINA – [email protected]; ASU
GIULIANO ISONTINA – Trieste [email protected];
AS FRIULI OCCIDENTALE – Pordenone
[email protected]

Sui siti delle aziende è disponibile anche il modulo che richiede
informazioni per conoscere lo stato di salute dei turisti che
rientrano dall’estero e per poterli contattare.
Eventuali domande di approfondimento potranno essere poste al
numero verde della Protezione civile 800500300.
ARC/EP

Powered by WPeMatico

289