“CoronVirus: Conte “Se amate l’Italia mantenete le distanze, anche coi familiari; Recovery Fund è risultato storico” è bloccato CoronVirus: Conte “Se amate l’Italia mantenete le distanze, anche coi familiari; Recovery Fund è risultato storico

Nella conferenza stampa del 26 aprile 2020 Giuseppe Conte, presidente del consiglio dei ministri, ha fatto il punto “inizia la convivenza con il Virus; in questa fase 2 il contagio potrebbe aumentare. Per scongiurare questo pericolo sarà importante mantenere le distanze, almeno un metro, e questo vale anche per le persone della vostra famiglia. un contagiato su quattro ha contratto il virus in famiglia. La distanza sociale è importante per evitare che la curva del contagio risalga e con essa il numero dei morti.

QUI IL CALENDARIO DELLE APERTURE

“So che molti di voi sono arrabbiati di questa chiusura ma dobbiamo scacciare la rabbia e pensare a cosa ognuno di vuol fare per la ripresa. Dobbiamo gettare le basi per la ripartenza del paese.”
“il governo farà la sua parte: è l’occasione per cambiare le cose che no vanno in questo paese e sono tante

Sì alla possibilità di visitare i parenti ma no alle riunioni di famiglia, conferma del divieto di spostamento tra le Regioni, se non per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Sarebbero due delle novità che verranno introdotte con il nuovo Dpcm a partire dal 4 maggio, secondo quando si apprende da fonti che partecipano alla cabina di regia tra governo ed enti locali. Al momento, sottolineano inoltre le fonti, è invece ancora aperta la discussione sulla possibilità di consentire o meno di raggiungere le seconde case.

Il commissario Arcuri sta cercando di calmierare il prezzo delle mashcerine a ui verrà tolto anche l’IVA per un costo che dovrebbe essere di 50 centesimi”

“Il recovery fund è una iniziativa coraggiosa, una vittoria inaspettata. ?è uno strumento innovativo che permetterà di percorrere una strada più rapida nel segno della solidarietà. E’ un lavoro che abbiamo fatto insieme ad altri paesi europei. Se però non avessimo posto queste condizioni con forza non avremmo mai ottenuto questo risultato storico”

TURISMO: Rimediare ai danni e pregiudizi che sta subendo non li lasceremo gli operatori da soli è un settore che conduce dal 13 anche al 15% del PIL se parliamo di tutto l’indotto e sicuramente avrà bisogno di una robusta iniezione di fiducia e di sostegno economico

CANTIERI: In questa direzione c’è tanto da fare e oltre al Decreto che sto preparando per le misure economiche stiamo preparando anche un parallelo decreto che io dico sblocca paese prima di più sufficiente sbloccare singoli cantieri dobbiamo sbloccare questo paese ci stanno guardando a livello europeo livello internazionale

2.263