Bearzi

Corri con le Frecce per Telethon

FACE6FB2-5581-42C0-8F40-7055750380A8

Successo per la seconda edizione di ‘Corri con le Frecce per Telethon’ che ha animato l’aeroporto di Rivolto con una festosa folla di podisti e curiosi, arrivati fin dalla tarda mattinata in base per vivere una giornata indimenticabile, a stretto contatto con i piloti della Pattuglia Acrobatica Nazionale. Oltre 1.500 persone hanno aderito all’iniziativa solidale, che si è svolta senza intoppi, grazie anche alle misure di sicurezza predisposte, con controlli prima dell’accesso alla base e nella zona limitrofa al circuito della corsa.
Al via per la staffetta – in programma dalle 15 alle 18 – c’erano 169 formazioni, suddivise tra le tre formule di partecipazione, la ‘6x30minuti’ (ovvero una squadra di sei frazionisti che hanno corso per mezzora l’uno), la ‘3x1ora’ (con un terzetto di podisti impegnati per un’ora ciascuno) e la ‘1x3ore’, ovvero un unico partecipante che ha coperto l’arco delle tre ore di gara. I podisti – oltre 600 – si sono cimentati su un circuito di 1.100 metri circa, appositamente predisposto all’interno dell’aeroporto, interessando in parte anche la pista di volo da cui le Frecce decollano quotidianamente per effettuare le loro acrobazie.
Ma sono stati oltre 900 anche i semplici visitatori, che hanno colto al volo l’invito del Comitato Udinese Staffette Telethon, presieduto da Matteo Tonon, e del Secondo Stormo dell’Aereonautica militare. Il momento più emozionante? E’ stato il sorvolo delle Frecce Tricolori, che hanno tenuto tutti con il naso all’insù, regalando una partenza indimenticabile alla corsa proprio pochi minuti prima del via.
Un ulteriore segnale di amicizia e vicinanza della Pan a Telethon, che si aggiunge alla possibilità, unica nel suo genere, di correre all’interno della base militare. Per questo, dobbiamo ringraziare il colonnello Edi Turco, comandante del Secondo Stormo, e il maggiore Mirco Caffelli, comandante della Pan, che hanno aperto i cancelli alla pacifica e colorata invasione dei podisti.
All’interno della Base, poi, è stato possibile ammirare anche le mostre statiche e fotografiche allestite in occasione delle celebrazioni per il 92° anniversario della costituzione del Secondo Stormo, con mezzi storici e personale in divisa d’epoca che permetterà di rivivere tutti i dettagli della storia del gruppo più antico dell’aeronautica. Gran finale con le premiazioni e la cerimonia dell’ammaina bandiera, con l’esecuzione dell’Inno di Mameli.
I NUMERI. L’evento estivo si aggiunge all’ormai tradizionale corsa invernale, che ha tagliato l’importante traguardo della maturità. La 18esima edizione della Staffetta Telethon 24 per un’ora di Udine, lo scorso dicembre, ha superato tutti i primati, chiudendo con 453 squadre al via, per un totale di 12mila persone impegnate nella due giorni tra formazioni ‘Senior’ e giovani delle scuole. Le donazioni hanno raggiunto la ragguardevole quota di 209.304 euro, che sono stati interamente devoluti alla ricerca scientifica contro le malattie genetiche rare. I fondi, nello specifico, permetteranno di sviluppare una delle ricerche attualmente in corso sulla malattia di Pompe, grave disfunzione metabolica di origine genetica che colpisce i muscoli. Lo studio, sostenuto dalla Fondazione Telethon, si svolge presso l’Icgeb di Trieste, con il coordinamento del Centro regionale per le malattie rare dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Udine.

facebook
1.332