Corridoio Adriatico-Baltico: Rizzetto del M5S plaude l’assessore Santoro

«Finalmente un ruolo da protagonista per il Friuli Venezia Giulia che si candida a diventare capofila di nuovi progetti europei a sostegno del potenziamento del corridoio Adriatico – Baltico». Il deputato friulano del M5S Walter Rizzetto commenta così la proposta dall’assessore regionale alle Infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale e lavori pubblici, Mariagrazia Santoro, intervenuta oggi alla conferenza finale del progetto BATCo, tenutasi stamattina a Pörtschach, sul Wörthersee in Carinzia.

«Ritengo che il Friuli Venezia Giulia, quale crocevia delle culture latina, germanica e slava, debba riassumere il ruolo di protagonista nella Nuova Europa che va sempre più espandendosi ad Est – continua Rizzetto -; ruolo che essa stessa non ricopre da quando Carlo Magno fondò l’Accademia e poi Schola Palatina che vide tra i componenti d’eccezione Paolino d’Aquileia e Paolo di Warnefrido detto Diacono».

«La centralità della Regione e le sue peculiarità devono far sì che vengano implementate azioni di rafforzamento del Corridoio attraverso uno dei prossimi programmi che hanno come riferimento l’Europa centrale e della catena logistica lungo l’Adriatico – Baltico che dovrebbe vedere svolgere un ruolo da protagonista al Porto di Trieste. Inoltre non si può sottacere come l’ultima amministrazione regionale e quella nazionale abbiano lasciato il trasporto ferroviario e i collegamenti con i Paesi confinanti con il Friuli Venezia Giulia nell’abbandono più totale: il M5S intende operare affinché la Regione riacquisti il ruolo di centralità che le si addice considerando anche il fatto che il corridoio Adriatico – Baltico attraversa 19 regioni in 5 stati membri, mettendo in connessione più di 40 milioni di abitanti»

Lascia un commento

360