Telegram

Cosa fare dove andare – 7/8 settembre 2013

Settembre è arrivato. Le sagre e le feste popolari imperversano nell’attesa dell’autunno e dei suoi sapori

Blessano – Danzando tra i popoli – Link  – Realizzata in stretta collaborazione con il Gruppo Folcloristico Danzerini Udinesi di Blessano, questa rinomata e attesa manifestazione culturale segue di anno in anno un tema specifico, che costituisce una specie di percorso virtuale alla scoperta di tradizioni, musiche, balli e gastronomia da ogni parte del mondo.  Il secondo fine settimana, invece, si focalizza sul folclore e la conoscenza dei popoli, seguendo un tema che per questo anno…è tutto da scoprire!

Pavia di Udine – Sagre dei pirus – Link – La Sagre dai Pirus, o Festa delle Pere, coniuga la tradizione friulana agricola e frutticola e l’intrattenimento culturale. La manifestazione di Pavia di Udine, infatti, abbina le prelibate proposte enogastronomiche a concerti di livello nazionale e internazionale ad ingresso gratuito, itinerari agrituristici in bicicletta o in Vespa e mostre di pittura, serate di degustazione e manifestazioni sportive. Da segnalare il gran finale con l’incendio della pera gigante. L’evento si svolge presso il parco festeggiamenti di Via Roma.

Manzano – Festa della sedia  link –  – Una kermesse di tre giorni che unisce spettacolo, sport, cultura e promozione del territorio. Tra le varie iniziative, le mostre, la terza edizione del Tour in Villa, il Laboratorio del Legno, le 100 Bottiglie da Collezione e il Palio della Sedia che ripercorre la storia di Manzano.

Latisana – Settembre DOC Link – Evento all’insegna dell’enogastronomia e dell’artigianato, che propone ai numerosi visitatori i tipici prodotti friulani ed una vasta gamma di specialità provenienti dalle altre Regioni d’Italia. Molti gli eventi culturali e sportivi, le mostre d’arte e le manifestazioni collaterali. Inoltre non mancherà la musica, con il gran concerto in piazza che alterna ogni anno grandi artisti di fama nazionale.

San Daniele – Sagra della Madonna della salute – Presso Piazza IV Novembre e lo Stadio Zanussi di Via Udine, tradizionale sagra popolare all’insegna della sfida tra i borghi di San Daniele per la conquista del Palio della Madonna. In collaborazione con il Comune.

Pontebba – Settembre Pontebbano – In collaborazione con il Comune, la Parrocchia e il Circolo Culturale Sirio, antica e tradizionale sagra paesana, istituita dal Patriarca di Aquileia nel 1342, ricca di manifestazioni sportive, ricreative, gastronomiche e culturali.

Cormons – Festa dell’Uva – In collaborazione con le numerose Associazioni di volontariato locali questo evento, nato verso gli anni ’30, anima il centro storico per tre giorni celebrando la vendemmia ed il vino. Fulcro della festa è l’enogastronomia, accompagnata da una serie di eventi collaterali tematici e di intrattenimento. Il centro storico è quindi organizzato nelle Isole di Festa atte ad indirizzare il pubblico alla scoperta delle risorse artistiche, storiche, architettoniche e ambientali della città, coniugando i piaceri della gola e del buon vino alla bellezza del paesaggio. All’interno della manifestazione si annovera la tradizionale sfilata dei carri allegorici sul tema dell’uva, con la partecipazione di gruppi regionali e della vicina Slovenia.

Mortegliano – Festeggiamenti settembrini – Presso l’area festeggiamenti di Mortegliano, festa regionale del mais e della polenta, con stand enogastronomici che propongono prodotti tipici a base di mais, serate di ballo, giochi popolari e l’immancabile Cena del Mais a cura della Federazione Italiana Cuochi di Udine.

Fagagna  – Palio dei borghi domenica 8 – si tiene il tradizionale palio, quattro avvincenti spettacoli ideati, scritti e realizzati da ogni borgo fagagnese: Centro, Riolo, Pic e Paludo che, nell’arena, difendono i propri colori. Musiche, dialoghi, scenografie e costumi vengono soppesati attraverso l’intervento di una giuria selezionata che decreta, alla fine, lo spettacolo migliore. Al termine delle esibizioni si affianca la  corsa a quattro asini appartenenti ciascuno ad una delle contrade: quella vincitrice si aggiudica lo storico vessillo del palio

Rive d’Arcano – Il paese dei balocchi kermesse di due giorni con spettacoli di giocoleria, burattini, mangiafuoco dedicati ai bambini e al loro mondo: colorare, immaginare, leggere; una due giorni dedicata al mondo dell’infanzia

Valvasone  – Rievocazione storica  – La rievocazione farà rivivere, nel centro storico della splendida cittadina medievale, scene di vita quotidiana dei tempi di Dante e Boccaccio, con personaggi in costume, artigiani intenti ai lavori dell’epoca, ambulanti con mercanzie di allora. Si potranno anche assaporare pietanze medievali nelle taverne e nelle osterie appositamente allestite. Da non perdere la rinomata Cena Medievale nella fiabesca cornice del Convento dei Domenicani, allietata da danze, musiche e teatrini del tempo. La kermesse è ormai diventata un appuntamento annuale atteso, non solo da Valvasone ma dall’intera Regione, con un ampio richiamo di pubblico. L’evento è realizzato in collaborazione con Comune e Pro Loco Valvasone.

Pesariis – Arlois e Fasois – Sabato 7 settembre dal pomeriggio Ore 15 visite guidate al Museo dell’Orologio e del percorso dell’orologeria monumentale Ore 17.30 nella sala multimediale del Centro Frazionale convegno organizzato dalla COOP Nitens– Università di Udine: Dipartimento Scienze Agrarie ed Ambientale. “Biodiversità e prodotti tipici, un modo di fare turismo”. Ore 19.30 nella piazza della canonica apertura punti di degustazione con piatti tipici a base di fagioli Ore 21.00 presso il centro turistico “FUINA” Gran Ballo dell’Orologiaio con L’ Orchestra “ ROBY MUSIC FOLK” Domenica 8 settembre Ore 9.30 mercatino di prodotti tipici con lavorazione in piazza Ore 10.00 Santa Messa Ore 11.00 apertura della manifestazione con sfilata per le vie del paese della BANDA MUSICALE “LUIGI GARZONI” di Lignano Sabbiadoro Ore 12.00 apertura punti di degustazione con piatti tipici a base di fagioli Ore 14.00 sfilata della BANDA MUSICALE “LUIGI GARZONI” di Lignano Sabbiadoro Ore 15.30 premiazione del Concorso Samponç e musica con il complesso “Denis e i MusicaViva” Durante tutta la giornata sarà possibile visitare il Museo dell’Orologio ed il percorso dell’Orologeria Monumentale, la casa carnica museo “Bruseschi” e la mostra di macchine per il cinema e la fotografia, nella frazione di Pieria Al pomeriggio giochi per i più piccini e tanta allegria

Palmanova Rievocazione storica – LINK – Sorto nel luglio del 1977, il Gruppo Storico “Città di Palmanova” è andato via via assumendo, nel corso degli anni, un ruolo di primissimo piano nel panorama dei Gruppi storici italiani ed europei. Le sue fedeli riproduzioni di abiti ed armi, le precise ricostruzioni delle manovre militari, le minuziose riproposizioni di balli popolari e di “corte” hanno fatto sì che Associazione sia stata unanimemente riconosciuta quale la più completa nel panorama del Seicento.

Staranzano – Sagra de la raze – link – Festa paesana ultrasecolare dove poter gustare le specialità locali, soprattutto la prelibata raza (anatra). Due settimane intense di spettacoli per ogni gusto, in collaborazione con le Associazioni locali che promuoveranno varie manifestazioni, fra le quali: la Festa dell’Uva, per ricreare l’atmosfera degli anni passati, eventi d’arte e tante iniziative a scopo benefico, mostre culturali di grande richiamo, tornei sportivi, giochi popolari, la Rassegna Cinofila, la Mostra Ornitologica, Pittori in Piazza…In collaborazione con il Comune.

Nimis – Sagra des campanelis – La Sagre des Campanelis, che viene organizzata sul prato del Santuario della Madonna delle Pianelle affonda le sue radici nella notte dei tempi. A detta di molti è tra le più antiche sagre del Friuli Venezia Giulia. Da anni, nel contesto della festa, vengono organizzate due particolari manifestazioni dedicate all’amicizia e al dono del sangue. Il Comune di Nimis è infatti gemellato con il Comune di Lannach, cittadina della Stiria i cui cittadini arrivano sul prato per organizzare uno stand dei loro prodotti tipici. . Gli stand per la degustazione dei vini locali, le mostre e la prelibata cucina completano l’offerta della blasonata sagra, curata con devozione dai suoi organizzatori con l’intento che essa cresca nel tempo, alimentandosi della cultura e della tradizione che l’hanno fatta nascere.

Teor – Perdon de la cintura – Tradizionale sagra paesana dove vari stand enogastronomici daranno la possibilità di degustare piatti e vini tipici del territorio. Inoltre musica dal vivo, la 5ª edizione di Teor su dos Rodis – raduno Vespa e motocicli d’epoca -, tornei di calcio balilla e altri giochi popolari. Nella giornata di Domenica celebrazione della Santa Messa seguita dalla processione religiosa con la statua della Madonna lungo le vie del paese.

 

 

facebook
649