Bearzi

Costi politica: Friuli, sospesi i rimborsi ai gruppi consiliari

21 marzo 2013 –  La legge omnibus primo punto dell’ultima giornata di lavori del Consiglio regionale per questa decima legislatura.

Dopo gli ultimi interventi dei consiglieri e le repliche dei relatori si è conclusa la discussione generale e l’Aula è passata all’esame del testo approvando l’articolo 1, riguardante le attività economiche, corredato da alcuni emendamenti.

Due i commi dedicati specificatamente all’argomento, che l’Aula ha votato esprimendo 39 voti favorevoli unanimi. In essi si stabilisce che dal mese in cui entrerà in vigore appunto la omnibus e sino a quando non si costituiranno i Gruppi consiliari della prossima legislatura (cosa che avverrà alla prima seduta d’Aula dopo le elezioni del 21 e 22 aprile prossimi, dunque probabilmente entro metà maggio), la corresponsione dei contributi e dei finanziamenti ai Gruppi è interrotta. Inoltre, a detti Gruppi non spetteranno le rate mensili del periodo di interruzione.

Ma di spese consiliari si parla anche al comma 11, ove si apprende che quelle effettuate dai Gruppi consiliari con i fondi erogati dal Consiglio regionale saranno sottoposte al controllo di un Collegio di 3 revisori dei conti iscritti nel registro dei revisori contabili, ma non a partire dal primo gennaio 2013 (come previsto dalla legge n. 21 di novembre 2012) ma dalla costituzione dei gruppi consiliari della prossima legislatura, l’undicesima. Nel frattempo, le spese effettuate dai gruppi dal primo gennaio 2013 a fine della decima legislatura sono sottoposte al controllo di un Collegio di revisori dei conti composto dai membri del Collegio regionale di garanzia elettorale, come nominati ai fini dell’esame dei rendiconti relativi alle spese elettorali 2013.

facebook

Lascia un commento

370