Bearzi

Costituzione in piazza a Udine, necessario difenderla

costituzione
Colorata partecipazione, oggi, a Udine, al ‘C Day’, la Giornata in difesa della Costituzione italiana. Nella centrale piazza San Giacomo i manifestanti si sono riuniti con moltissimi striscioni e cartelli, per chiedere il rispetto della Carta Costituzione del 1948 in occasione del 150/mo anniversario dell’Unità d’Italia. Molto numerosa la rappresentanza del mondo della scuola, con insegnanti, docenti e genitori, scesi in piazza “in difesa della scuola pubblica sotto attacco”. Moltissime anche le donne di Udine, già promotrici delle manifestazioni svoltesi nel capoluogo friulano il 29 gennaio e il 13 febbraio scorsi per protestare contro la strumentalizzazione e il mancato rispetto delle donne nelle ultime vicende della politica italiana. Su striscioni e cartelli, scritte come “Imputato Berlusconi dimettiti” e “No ad un governo che minaccia libertà, diritti e laicità”. Tra gli interventi, quello del sindaco di Udine Furio Honsell, che ha ringraziato la piazza e la città “perché c’é la voglia di essere attori e non spettatori in un momento in cui sono in gioco valori fondamentali guadagnati attraverso la durissima lotta contro il nazifascismo. C’é bisogno di difendere la Costituzione – ha aggiunto – perché il potere politico al governo sta calpestando i valori fondamentali della democrazia, come la scuola pubblica e la cultura – ha concluso Honsell – con una politica di tagli forsennati”.

Fonte: ANSA

facebook

Lascia un commento

462