Aperitivo a Grado

Crisi: Cervignano del Friuli, disoccupato si arrampica su albero e minaccia il suicidio; il sindaco lo fa desistere

facebook

2 novembre 2012 – Al tempo della crisi sembra sempre più tristemente d’attualità la cronaca che riporta vicende legate alla mancanza di lavoro e quindi di un reddito sufficiente alla sopravvivenza. Storie di persone che sfuggono ai grandi numeri dei banchieri e dei governanti impegnati a tenere sotto controllo lo spread ma che costellano la vita quotidiana di molte persone. Dopo l’incredibile vicenda di un imprenditore fallito e sorpreso a rubare per sfamarsi a riempire oggi le pagine della cronaca c’è la vicenda di un macedone di 40 anni, operaio disoccupato che nella mattinata di oggi, 2 novembre 2012, si è arrampicato su uno degli alberi di Piazza Indipendenza a Cervignano. La piazza simbolo fra l’altro dei cortei dei sindacati in occasione della festa del I maggio. Arrampicatosi su uno degli alberi della piazza l’uomo minacciava ripetutamente di lanciarsi dalle fronde dell’albero che, come sa chi conosce la piazza è piuttosto alto. C’è voluto l’intervento del sindaco della cittadina della bassa friulana, Gianluigi Savino per convincere l’uomo a desistere dai suoi propositi suicidi e con l’aiuto dei vigili del fuoco l’uomo è stato soccorso e portato a terra.

702