Telegram

Crisi: Trieste, 12 operai senza paga da mesi, una giornata sulla gru per protesta

Alcuni operai della ditta ”GR Costruzioni srl” sono saliti stamani sulla gru del cantiere del complesso turistico di Portopiccolo a Sistiana (Trieste), per protestare contro il mancato pagamento degli stipendi e altri problemi legati al loro lavoro. Secondo quanto riferito dal segretario provinciale della Cgil, Marino Romito, la ditta, che agisce in subappalto per la Rizzani de Eccher, non pagherebbe gli operai da tre mesi, e per orari di lavoro inferiori a quelli reali. Oltre a tre dipendenti che sono saliti sulla gru, un’altra decina sta bloccando il cantiere. Sul posto, oltre ai rappresentanti dei lavoratori, anche Digos e Carabinieri.

”Proprio a seguito delle irregolarità riscontrate a carico del subappaltatore, già nelle scorse settimane la Rizzani de Eccher aveva interrotto ogni rapporto con la società G.R. Costruzioni S.r.l.”. Lo specifica l’azienda di costruzioni, dopo la protesta di alcuni operai che – senza paga da tre mesi – si sono issati su una gru nel cantiere di Portopiccolo a Sistiana. Rizzani sottolinea di essersi assunta tra l’altro ”l’onere di accertare ed eventualmente sanare le pendenze di quest’ultima nei confronti del personale che aveva svolto la propria attività presso il cantiere. Non si comprende pertanto quali siano le reali ragioni che hanno portato uno sparuto gruppo di lavoratori ad azioni di un tal tenore, volte a recare nocumento all’andamento dei lavori e all’immagine della Rizzani de Eccher”, conclude la nota.

‘Si tratta di un aggiustamento – ha spiegato all’ANSA Marino Romito, segretario provinciale della Fillea Cgil – perché ai lavoratori è stata data una busta paga di poco più di un quarto della paga reale, in cambio di una liberatoria nei confronti di Rizzani De Eccher. Il problema sta nella GR costruzioni, che deve pagare quel che è giusto, e con il cui titolare – ha concluso – ci troveremo giovedì prossimo”.

Sono scesi nel pomeriggio dalla gru del cantiere di Portopiccolo, a Sistiana (Trieste), i tre operai che da stamani avevano messo in atto il gesto di protesta contro il mancato pagamento dello stipendio da parte della ditta ”GR Costruzioni”. Dopo una serie di sollecitazioni, anche da parte dei sindacati di categoria, l’azienda appaltatrice del complesso in via di costruzione, la Rizzani De Eccher, si e’ detta disponibile ad anticipare loro il salario, senza il quale gli operai (un cittadino senegalese e 11 egiziani) non riuscivano nemmeno a sostenere le spese di permanenza nel cantiere.

facebook

Lascia un commento

1.109