Bearzi

Cultura: approvati 11 avvisi annuali a sostegno attività del 2018

Pordenone, 15 ott – Undici avvisi pubblici per il sostegno
delle attività organizzate nel settore della cultura sono stati
approvati dalla giunta regionale su proposta dell’assessore
competente Gianni Torrenti. Ad essere finanziate saranno
iniziative di varia natura come concerti, rassegne, festival,
mostre e incontri di divulgazione della conoscenza umanistica e
scientifica. A presentare i progetti, dal 23 ottobre al 22
novembre, potranno essere tutti gli enti pubblici, le
associazioni e i soggetti senza fine di lucro; le attività
giudicate meritevoli, potranno ricevere un incentivo pari al 100%
dei costi ritenuti ammissibili. Lo stanziamento dei fondi
necessari al finanziamento dei bandi, è previsto nella legge di
stabilità 2018, mentre con una successiva deliberazione, la
Giunta regionale delineerà il riparto delle risorse.

“Il plafond che metteremo a disposizione – spiega l’assessore
alla cultura Gianni Torrenti – sarà in linea con quello degli
scorsi anni. La legge regionale 16 del 2014, che disciplina gli
interventi in materia di promozione delle attività culturali, ha
introdotto nella valutazione i concetti di meritocrazia e
trasparenza, associati a un’innovazione normativa che garantisce
ai richiedenti la totalità del finanziamento in forma anticipata.
Il tutto è coerentemente legato all’obiettivo di sostenere eventi
di qualità, all’interno di una produzione culturale capace di
attrarre pubblico e di creare indotto economico per il
territorio”.

Gli undici avvisi riguarderanno: stagioni e rassegne di
spettacolo dal vivo (cui andranno da 15 a 30 mila euro per
ciascun progetto); produzioni di spettacoli teatrali di prosa (da
20 a 40 mila euro per progetto); eventi e festival nel settore
dello spettacolo dal vivo (da 20 a 40 mila euro per progetto);
attività concertistica e manifestazioni musicali delle orchestre
regionali (da 10 a 30 mila euro per progetto); manifestazioni di
valorizzazione della cultura cinematografica e dell’audiovisivo
(da 15 a 25 mila euro per progetto); festival cinematografici di
carattere internazionale (da 25 a 50 mila euro per progetto);
manifestazioni espositive (da 10 a 25 mila euro per progetto);
manifestazioni inerenti ad attività di divulgazione della cultura
umanistica (da 10 a 20 mila euro per progetto); manifestazioni
inerenti ad attività di divulgazione della cultura scientifica
(da 10 a 25 mila euro per progetto); iniziative progettuali di
divulgazione della cultura umanistica da parte di Istituti (da 10
a 25 mila euro per progetto); progetti riguardanti la
valorizzazione della memoria e della testimonianza storica (da 3
a 5 mila euro per progetto).

Il 24 ottobre, nell’Auditorium della Regione a Udine in via
Sabbadini, si terrà un Infoday che sarà occasione per illustrare
in modo dettagliato le caratteristiche degli avvisi pubblici e
fornire informazioni utili per una corretta e più efficace
presentazione della domanda. “Incontri – commenta l’assessore
Torrenti – che hanno sempre avuto grande partecipazione, a
conferma che questa modalità di informazione diretta è gradita in
quanto dà il senso della trasparenza e garantisce a tutti pari
opportunità di accesso ai contributi”. Nel sito web della Regione
sono consultabili e scaricabili tutti i bandi degli incentivi
alle attività culturali e le slides che spiegano come presentare
le domande di finanziamento.

L’assessore Torrenti, infine, ricorda il primato nazionale del
Friuli Venezia Giulia per i fondi destinati alle attività
culturali “non solo in proporzione rispetto al numero di abitanti
ma, addirittura, in valore assoluto. Rappresentiamo quindi la
Regione che eroga più risorse in questo settore; il sostegno alla
cultura non è una spesa, ma un investimento che consolida e
diffonde la conoscenza. Questi sono elementi che permettono a una
società di essere aperta, inclusiva e libera”.
ARC/COM

Powered by WPeMatico

facebook
960