Bearzi

Cultura: Gibelli, Bestiario Immaginato per una società più consapevole

Udine, 22 set – “La cultura è un bene al quale tutti hanno il
diritto di accedere, così come tutti i cittadini hanno il diritto
di poter imparare a scegliere le forme di espressione e l’offerta
culturale, attraverso una formazione che nella più tenera età è
rappresentata dall’educazione scolastica.
Iniziative come Bestiario Immaginato 2020, svolgono con efficacia
un ruolo che è sinergico a quello del mondo della scuola e delle
famiglie e porgono ai più giovani gli strumenti per poter
interpretare, da adulti, un ruolo consapevole nella società”.

L’assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, ha
commentato così Bestiario Immaginato – Congresso dei bambini, un
progetto di mediazione artistica sostenuto dalla Regione e
prodotto da Damatrà onlus, coinvolgendo alcune realtà italiane
tra le quali Invasioni creative, di Udine, ed estere, come l’Art
de source di Parigi, Lluvia Horizontal di Valencia, la Biblioteca
civica di Pola e la Biblioteca centrale Srecko Vilhar di
Capodistria, e i Comuni di Fagagna, Pagnacco, Martignacco,
Moruzzo, Remanzacco, Colloredo di Monte Albano, Tavagnacco e San
Vito di Fagagna.

“Tutti hanno diritto alla cultura – ha affermato l’assessore
Gibelli intervenendo alla presentazione, svoltasi nella Casa
della contadinanza al Castello di Udine – e, spesso, chi vive nel
bello, nelle realtà ricche di storia, fascino, arte, non se ne
rende conto, non tanto perché ha fatto l’abitudine ai luoghi
natii, ma forse perché nessuno, quand’era bambino, gli ha porto
la chiave della conoscenza, gli ha fornito gli strumenti per
saper apprezzare meglio ciò che lo circonda”. Mentre il Congresso
dei bambini, in forma ludica, ma anche educativa, ha dato e dà
finalmente modo, anche ai più piccoli, di esprimersi in modo
corale, di condividere le esperienze relazionandosi con i propri
coetanei, lungo un percorso formativo.

“I protagonisti del progetto – ha aggiunto Gibelli – hanno
imparato fin da piccini che non bisogna avere paura di cimentarsi
e confrontarsi con gli altri: ciò, rappresenta un’opportunità non
banale, in quanto, spesso, sono le paure inconsce a frenarci
nella comunicazione e nei rapporti con le altre persone”.

Bestiario Immaginato, ha proseguito l’assessore, è dunque un
evento prezioso per l’intera comunità, perché insegna ai
cittadini del domani a muoversi nella realtà dove vivono, per ora
con l’immaginazione ma anche con esempi concreti, e da adulti
nella realtà, in quel dedalo che a volte sembra intricato, cioè
la vita.

“Un labirinto – ha concluso – che con l’approccio corretto e
consapevole serba sempre nuove opportunità e si apre a progetti
per un futuro costruttivo, purché siamo consapevoli del momento
nel quale stiamo vivendo”.

Il risultato delle attività di interazione sociale svolte grazie
ai linguaggi artistici e multimediali, di laboratori
esperienziali per l’infanzia e di altre attività, ovvero, del
Congresso dei bambini, sarà concretizzato anche da
un’installazione multimediale al Castello di Colloredo di Monte
Albano, che sarà visitabile il 25 e 26 settembre, mentre domenica
27 settembre, al Museo archeologico nazionale di Cividale del
Friuli, sarà proposta una mostra d’arte relazionale. Entrambi gli
eventi saranno dedicati a famiglie con bimbi dai 5 agli 11 anni.
ARC/CM/pph

Powered by WPeMatico

facebook
135