Bearzi

Cultura: Gibelli-Bini, Collio Unesco è progetto che unisce e valorizza

Trieste, 8 ott – “La presenza del progetto Collio Unesco in una
vetrina prestigiosa come quella della regata velica Barcolana,
dimostra quanto sia radicata e condivisa dal territorio questa
candidatura attorno alla quale non solo la Regione Friuli Venezia
Giulia, ma anche la Camera di Commercio della Venezia Giulia con
i sindaci dei Comuni italiani e sloveni interessati, lavorano con
concretezza e convinzione”.

Lo ha detto oggi a Trieste l’assessore regionale alla Cultura con
delega allo Sport Tiziana Gibelli alla presentazione delle
iniziative di promozione organizzate dalla Camera di Commercio
della Venezia Giulia nell’ambito della Barcolana 2020 per il
rilancio della candidatura di Brda-Collio-Cuei a Patrimonio
mondiale dell’Unesco. All’evento hanno preso parte anche
l’assessore regionale alle Attività produttive e turismo, Sergio
Emidio Bini, il presidente dell’ente camerale della Venezia
Giulia Antonio Paoletti, il sindaco di Cormons Roberto Felcaro,
Comune capofila della candidatura, Tina Novak Samec in
rappresentanza del Collio slovena Brda e il consigliere regionale
Diego Bernardis, promotore del progetto sin dal 2015.

L’assessore Gibelli ha rimarcato la significativa valenza
culturale del progetto che, sostenuto dalla Regione, “persegue
l’obiettivo di inserire l’area transfrontaliera del Collio tra
l’elenco dei siti Unesco in Italia, restituendo valore a un
territorio unico dal punto vista paesaggistico in cui insiste un
retaggio di saperi secolari legati alla vinificazione e a
tecniche, come quella dei tipici terrazzamenti, e nel quale vige
una coesistenza pacifica e collaborativa delle due comunità
testimoniata dalla storia e unita da cultura e tradizioni
antiche”. Nel corso dell’iniziativa Gibelli ha quindi riferito i
contenuti del messaggio inviato dall’ufficio Unesco del
segretariato generale del Mibact, che ha definito l’evento
odierno un’importante manifestazione per il rilancio della
candidatura e ha assicurato la massima disponibilità a
collaborare e condividere le scelte da farsi per realizzare
questo progetto transnazionale.

Intervenendo sul tema all’interno dello stand di PromoturismoFVG
l’assssore Bini ha evidenziato che “questa è una sfida importante
per la Regione che vuole sostenere con convinzione la candidatura
di Brda-Collio-Cuei a Patrimonio dell’umanità. Centrare questo
obiettivo rappresenterebbe per la nostra regione il completamento
di un percorso che ha già visto ottenere altri 5 riconoscimenti
analoghi, con rilevanti vantaggi per i territori limitrofi, con i
quali abbiamo avviato una solida collaborazione”.

Bini ha quindi rimarcato che “nonostante le difficoltà del
turismo causate dalla pandemia, il Friuli Venezia Giulia è stata
quest’anno la terza regione in Italia per capacità di recupero
della presenza rispetto al periodo pre-covid. Un risultato
ottenuto sia per la bellezza dei suoi paesaggi sia per la
capacità di far comprendere che il nostro è un territorio sicuro
dal punto di vista sanitario, grazie all’impegno congiunto delle
istituzioni e degli operatori turistici. Ora siamo all’ultimo
miglio di una maratona che ci consentirebbe di aggiungere la
sesta perla a una meravigliosa collana e la Regione intende
continuare a supportare questo progetto al fine di raggiungere
quanto prima questo risultato”.

“La visibilità e il peso internazionale dal punto di vista
promozionale e comunicativo di Barcolana 52 – ha quindi osservato
il presidente della Camera di Commercio della Venezia Giulia
Antonio Paoletti – sono da sostegno e ulteriore impulso alle
candidature di Nova Gorica-Gorizia a Capitale Europea della
Cultura 2025 e Brda-Collio-Cuei Patrimonio mondiale Unesco. In
particolare la Cciaa Vg è capofila dell’Associazione temporanea
di scopo (Ats) che dovrà presentare nelle sedi competenti la
candidatura a sito Unesco transfrontaliero del Brda-Collio-Cuei.
Dopo lo stop dovuto all’emergenza da Covid-19 ora è fondamentale
ripartire con intensità e determinazione; per tale ragione
abbiamo inteso coinvolgere gli attori attorno un tavolo in questa
importante occasione”.
ARC/CCA-MA/al

Powered by WPeMatico

facebook
38