Bearzi

Cultura: Pnlegge vince sfida con festa del libro su web e in presenza

Pordenone, 28 lug – La Regione ha chiesto ai protagonisti del
mondo culturale di osare e di dimostrare che si possono proporre
eventi in presenza, ma in piena sicurezza, contando sulle nuove
tecnologie come risorsa e opportunità per aumentare il pubblico
ed esportare a vasto raggio i contenuti: pordenonelegge ha avuto
coraggio e il ringraziamento dell’Amministrazione regionale va ai
curatori e ai vertici della Fondazione per la professionalità di
livello nazionale e internazionale con cui organizzano da anni il
festival.

E’ quanto ha sottolineato l’assessore regionale alla Cultura alla
presentazione della ventunesima edizione di pordenonelegge, la
Festa del libro con gli autori in programma dal 16 al 20
settembre.

Come hanno dichiarato i vertici della Fondazione e i curatori
della rassegna, si tratta di un’edizione forzatamente nuova, a
cui è stato dato un assetto diverso, ma che potrà essere un
valore aggiunto per i prossimi anni.

Il coinvolgente affollamento che di solito caratterizza l’evento
verrà sostituito dal senso di responsabilità del pubblico e da
prenotazioni obbligatorie. Meno autori, quindi, meno incontri,
meno location, ma più sicurezza e partecipazione responsabile,
per una festa che potenzierà la fruizione degli eventi sul web, e
coinvolgerà sette Comuni della provincia (Azzano Decimo, Casarsa
della Delizia, Cordenons, Maniago, Sacile, San Vito al
Tagliamento e Spilimbergo) che, con generosità, apriranno i loro
spazi agli eventi del festival. Il pubblico reale entrerà in
connubio con il pubblico virtuale, per una partecipazione
allargata allo spazio social, grazie alle oltre 30 dirette live e
ai quasi 40 appuntamenti in streaming, e alle bellezze
architettoniche delle piccole città del pordenonese.

Quest’anno gli incontri con autori stranieri, stante le grandi
difficoltà causate dal Coronavirus, avverranno in gran parte in
streaming. Il pubblico potrà quindi seguire i vari autori o da
casa o nelle location di pordenonelegge, seguendo dialoghi e
lezioni sui grandi schermi.

Riceverà il Premio Crédit Agricole FriulAdria “La storia in un
romanzo” Olga Tokarczuk, autrice di romanzi fuori dalle regole,
brillanti e sorprendenti.

Tra gli ospiti internazionali previsti in cartellone, uno dei più
amati scrittori contemporanei, l’irlandese Nick Hornby, che
presenterà in anteprima il suo ultimo romanzo; l’americana Amy
Hempel; la romanziera francese Delphine De Vigan; sir Michael
Palin, membro dei geniali Monty Python, che si presenterà in
veste di narratore e David Quammen, autore del celebre
“Spillover”, lettura cult durante il lockdown.

A inaugurare ufficialmente il festival sarà una serata dedicata a
un grande amico di pordenonelegge, lo psicanalista Massimo
Recalcati che, inseguendo le suggestioni del suo ultimo libro
dedicato al gesto di Caino, parlerà di fratellanza, mentre
Gianrico Carofiglio affronterà una delle parole più rilevanti
della nostra lingua – gentilezza – una virtù necessaria a
trasformare il mondo con coraggio.

Non sarà possibile prevedere la partecipazione agli incontri con
gli autori in presenza ai ragazzi ma per dare comunque un segno
di continuità e vicinanza, pordenonelegge ha previsto un percorso
di appuntamenti, accessibile sulla piattaforma Zoom.

Tutto il programma e le sedi degli incontri, a cui sarà possibile
accedere solo prenotando il proprio posto on line, sono sul sito
www.pordenonelegge.it.

Sarà necessario seguire il protocollo Covid-19 predisposto in
accordo con le autorità e che verrà pubblicato non appena
approvato dalla Commissione provinciale sicurezza. La
prenotazione con prelazione per chi ha già ricevuto i codici – i
primi sono stati esauriti in meno di 90 ore – è prevista dal 24
al 30 agosto; senza prelazione dall’1 al 6 settembre e quella
libera per tutti gli spettatori dal 7 all’11 settembre.
ARC/EP/al

Powered by WPeMatico

facebook
106