Bearzi

Cultura: Regione sostiene candidatura Ts a città Letteratura Unesco

A Valerio Massimo Manfredi assegnata la prima edizione del Premio
Letterario FVG “Il racconto dei luoghi e del tempo”

Trieste, 8 set – Le opere ambientate nella nostra regione
permettono di far conoscere le sue bellezze e tipicità storiche,
sociali, culturali e naturalistiche a un pubblico molto vasto,
innescando così una virtuosa promozione territoriale. Ne è un
esempio Trieste che, oltre ad aver dato i natali ed essere stata
scelta come residenza da grandi letterati come Svevo, Saba,
Joyce, D’Annunzio, Magris e Pahor, ha saputo dare forma alla
propria caratteristica di città letteraria ponendo nelle vie e
nelle piazze rappresentazioni di questi autori integrate nel
proprio tessuto urbano e sociale. Una caratteristica che dimostra
quanto profondamente questi personaggi e le loro opere sia legate
alla storia del capoluogo regionale e conferma la validità della
candidatura di Trieste a Città della letteratura Unesco, che
trova nel Premio Umberto Saba Poesia e nel Premio Letterario
Friuli Venezia Giulia “Il racconto dei luoghi e del tempo”
ulteriori elementi a proprio sostegno.

È questo, in sintesi il messaggio lanciato dall’assessore
regionale alla Cultura alla presentazione delle due iniziative
letterarie, durante la quale è stato rimarcato come la Regione,
oltre a continuare a sostenere la candidatura di Trieste e la
crescita di Pordenonelegge, veda il Premio Letterario Friuli
Venezia Giulia “Il racconto dei luoghi e del tempo”, assegnato
per la prima edizione allo storico e scrittore Valerio Massimo
Manfredi, sia come strumento di promozione culturale sia come
un’occasione per valorizzare la conoscenza del Friuli Venezia
Giulia.

Il Premio Letterario Friuli Venezia Giulia “Il racconto dei
luoghi e del tempo” è stato istituito nel 2020 dalla Regione
assieme alla Fondazione Pordenonelegge per valorizzare, con la
narrazione di un importante scrittore, un luogo del Friuli
Venezia Giulia e la sua storia. Attraverso questo riconoscimento,
che prevede una collana intitolata Compendi ed edita da Italo
Svevo, si comporrà una mappa di autorevoli opere narrative, che
ben rispecchia la definizione data da Ippolito Nievo, secondo cui
“Il Friuli è un piccolo compendio dell’universo”.

Valerio Massimo Manfredi sarà premiato domenica 20 settembre a
Pordenonelegge, alle 11 nello Spazio San Giorgio alla presenza
delle autorità e degli scrittori Paolo Maurensig e Gian Mario
Villalta, componenti della Giuria del Premio. L’evento sarà
accessibile in diretta streaming sulla Pnlegge TV al link
https://www.pordenonelegge.it/tv.

Il Premio Umberto Saba Poesia, che prende il via a Trieste per
iniziativa della Regione e del Comune sempre in collaborazione
con Fondazione Pordenonelegge, è dedicato alla poesia italiana
edita in volume, avrà cadenza annuale e sarà conferito per la sua
prima edizione nel marzo 2021: mese che, insieme alla primavera e
alla Giornata mondiale della poesia, festeggia la nascita di
Umberto Saba.

La prima tappa del Premio Umberto Saba Poesia sarà segnata
mercoledì 9 settembre alle 18 e alle 20.45 nell’Auditorium del
Museo Revoltella di Trieste con due incontri pubblici coordinati
da Gian Mario Villalta per ripercorrere innanzitutto l’eredità
della poesia di Umberto Saba, insieme a Claudio Grisancich, in
rapporto dialettico con la città. Subito dopo, alle 20.45 sempre
al Museo Revoltella, con la partecipazione dei poeti Franca
Mancinelli, Roberto Galaverni e Antonio Riccardi al panel “La
verità, vi prego, sulla poesia!” sarà esplorata la dimensione
attuale della poesia e delle sue forme, insieme alla natura e
all’approccio del fare poesia. Gli incontri sono liberamente
aperti alla partecipazione del pubblico.

Per informazioni e dettagli consultare il sito pordenonelegge.it
ARC/MA

Powered by WPeMatico

facebook
183