Dal Deposito Giordani di Pordenone nasce la Naonian Concert Hall. Calendario eventi

massimo volume

Non è né un teatro né un palasport e rimane l’unica struttura in Friuli Venezia Giulia destinata in origine alla musica dal vivo, con il palco che mette in contatto artista e pubblico. È proprio su questa base che si sono sviluppate, grazie ad una unità di intenti, le condizioni per attualizzare il progetto del Deposito Giordani, nato nel 2002, indirizzando gli sforzi alla programmazione di concert hall in chiave live, rivolta agli emergenti, alle produzioni contemporanee, a “giovani talenti e vecchie glorie”, djset di contaminazione, dell’indie rock e del pop nazionale e internazionale.

IL PROGRAMMA Sabato 15 febbraio ore 21.30 (puntuali) FESTA BALCANICA DI APERTURA – DJ PRAVDA Un divertentissimo mix di sonorità balcaniche, ma anche world e atmosfere etniche suonate con tanta ironia (Balkan beat, Gipsy Groove, Russian ska, Tarantella e Latin Patchanka). Nelle pochissime interviste rilasciate, Dj Pravda sostiene di essere nato a il 31 marzo 1972 a Leningrado (“ora tristemente ribattezzata San Pietroburgo” dice lui stesso) da madre russa e padre bolognese. Le notizie sulla sua vita sono frammentarie e molto incerte, non ci sono documenti né foto che possano testimoniare il periodo della sua gioventù. L’unica certezza è che ormai da qualche anno questo anomalo personaggio della scena alternativa europea incendia le sale con dj sets a base di un letale mix di balkan beat, gipsy groove, russian ska, tarantella e latin patchanka!! Un viaggio immaginario e a tratti lisergico tra gli Urali, i Balcani, gli Appennini e i Pirenei passando attraverso tutto il Mediterraneo, in due parole World Music, ma quella che non ti fa tenere ferme le gambe e ti costringe a ballare! Le sue apparizioni nelle sale del vecchio continente contengono sempre un alone di mistero, vengono spesso annunciate poche ore prima e c’è chi tuttora sostiene che DJ Pravda in realtà non sia mai la stessa persona. Essendo molto schivo e poco avvezzo alla popolarità e ai rapporti interpersonali, non si trovano molte informazioni sul web: non vuole un profilo facebook, non vuole un suo Myspace e nemmeno un proprio sito personale o un proprio indirizzo mail pubblico! L’unico modo per contattarlo è di frequentare i bar dove Pravda si reca quotidianamente nelle tre città dove vive: la Confiteria di Barcelona, l’Estragon di Bologna, l’Uley Club di San Pietroburgo. Oppure basta chiamare la sua nuova agenzia italiana: Bpm Concerti.

Venerdì 28 febbraio ore 21.30 (puntuali) FABRIZIO MORO in concerto Con il sold out della data romana all’Auditorium Conciliazione (1800 spettatori), molto attesa dopo il successo del concerto dello scorso luglio a Villa Ada (4.000 spettatori), Fabrizio Moro ha dato il via ad un nuovo tour che è partito dall’Hiroshima Mon Amour di Torino che toccherà le principali città italiane. Dopo l’uscita del nuovo disco “L’inizio”, anticipato dal primo singolo “Sono Come Sono”, dal successivo “L’Eternità”, e dal nuovo emozionante “Babbo Natale Esiste” accompagnato da un video appena uscito su youtube, Fabrizio Moro ha deciso di misurarsi con una nuova avventura: un tour indoor nei club, organizzato da Big Fish Entertainment. Per festeggiare la chiusura della prima parte del tour, Fabrizio Moro e la sua band si esibiranno al Water Rats di Londra, storico club della capitale europea della musica internazionale, per condividere con i fans le emozioni del tour e di questo nuovo percorso live. Fabrizio Moro si presenta live con la sua dichiarazione di libertà e di indipendenza, di affermazione personale e artistica e con un disco in cui mette tutto se stesso, le sue nuove dimensioni musicali, e la libertà d’espressione che da sempre lo contraddistingue. Ad accompagnarlo nel nuovo tour ci saranno: Marco Marini (chitarra), Danilo Molinari (chitarra), Alessio Renzopaoli (batteria), Claudio Junior Bielli (tastiere) e Fabrizio Termignone (basso). Tutti i dettagli del tour sul sito ufficiale www.fabriziomoro.net.

Venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 marzo IRLANDA IN FESTA con CHASING HOOLEY e HIRE BE DRAGONS in concerto

Sabato 22 marzo ore 21.30 (puntuali) YUNG LEAN & THE SAD BOYS CREW in concerto

Venerdì 28 marzo ore 21.30 (puntuali) – Vibraction Indoor VANILLA FUDGE in concerto Nascono nel 1966 a New York e rappresentavano da subito una grande novità dal punto di vista del suono fondendo hard rock e psichedelia e influenzando una generazione di musicisti. Rimangono memorabili le loro interpretazioni di “Ticket To Ride” e “Eleonor Rigby” brani di uno dei gruppi che loro amano di più, i Beatles. Tra i maggiori successi “You Keep Me Hangin’ On” e “Bang Bang” portata al successo in Italia da Equipe 84. Ora, tre dei quattro membri originali, Mark Stein, Vince Martell e il mitico batterista Carmine Appice, con Pete Bremy al basso, sono in tour.

Sabato 12 aprile ore 21.30 (puntuali) – Vibraction Indoor MASSIMO VOLUME in concerto Si formano a Bologna nell’inverno del 1991 e nel 1993 firmano il primo contratto discografico per Underground Rec. È il momento di “Stanze”, il primo album, con un suono personalissimo, pezzi d’impatto, tesi e distorti che si mescolano a momenti più introspettivi: brani come “Alessandro”, “In Nome Di Dio”, “Stanze Vuote”, pur mantenendo una forte carica emotiva, si muovono in questo senso. L’album ha un ottimo riscontro di critica e pubblico. I concerti si susseguono a ritmo incalzante.?Nel 1994 le major si accorgono del gruppo e, agli inizi di marzo, i Massimo Volume vengo messi sotto contratto dalla Wea che licenzierà il loro secondo lavoro “Lungo I Bordi”. La produzione artistica viene affidata a Fausto Rossi, da sempre modello per Clementi e soci, di un modo di fare musica fuori dai canoni imposti dal mercato. Ne nasce un rapporto a tratti difficile, ma ispirato al punto da dare vita a una delle pietre miliari del nuovo rock. Il gruppo si libera definitivamente da ogni legame con modelli stranieri. Il disco è potente, dal suono inconfondibile. “Il Primo Dio”, “Meglio Di Uno Specchio”, “Inverno ’85”, “Fuoco Fatuo”, diventano nel giro di poco tempo dei classici. Si accorge di loro anche John Cale, che si propone come produttore di “Da Qui”, il loro terzo lavoro. La direzione del disco viene però affidata a Steve Piccolo (già Lounge Lizard). E’ il 1997 e i Massimo Volume passano alla Mescal. Il 15 novembre 2000 è uscito nelle sale cinematografiche “Almost Blue”, opera prima del regista romano Alex Infascelli, tratta dal romanzo omonimo di Carlo Lucarelli (premiato con il David di Donatello e con il Nastro d’argento in qualità di regista esordiente).?La colonna sonora del film, pubblicata il 2 febbraio 2001, è stata interamente curata dai Massimo Volume, candidati anch’essi per il “Nastro d’argento” nella categoria O.S.T. del Festival cinematografico di Taormina.?Oltre a riproporre alcuni brani presenti nei precedenti lavori discografici (“Fuoco Fatuo”, “Pizza Express”, “La Città Morta”, “Avvertimento” e “Ti Sto Cercando”, quest’ultima utilizzata sulle scene di apertura del film), i Massimo Volume si sono cimentati in un commento sonoro completamente inedito, dilatato ed evocativo, che si sposa in maniera perfetta con le tinte scure del thriller.?Tra le particolarità, una versione strumentale e riletta del classico di Elvis Costello che da il titolo al film. Il 28 settembre 2001, per la Fazi Editore, è stato distribuito nelle librerie “La Notte Del Pratello”, secondo romanzo (nonché terzo libro) scritto da Emidio Clementi. Nel febbraio 2002 il gruppo decide di sciogliersi e dopo sei anni di pausa accettano di tornare a condividere la loro musica. Due grossi eventi siglano questo rientro sui palchi italiani: la partecipazione al Traffic Festival nella serata condivisa con Patti Smith ed Afterhours e la sonorizzazione de “La Caduta Della Casa Degli Usher”, suggestivo progetto realizzato per conto del Museo del Cinema di Torino e messa in scena alle Officine Grandi Riparazioni (OGR). Emidio Clementi pubblica per Rizzoli, nel febbraio 2009, il suo nuovo romanzo “Matilde E I Suoi Tre Padri” e tre mesi dopo esce, sempre su Unhip, il secondo album solista di Egle Sommacal, “Tanto Non Arriva“. I ritrovati Massimo Volume, ripresa la strada on the road, hanno concretizzato tale nuova esperienza registrando “Massimo Volume Bologna Nov. 2008”, il loro primo album live uscito su etichetta Mescal il 28 Agosto 2009.?Da quel giorno ad oggi, mentre il Tour prosegue, arricchito dalle varie performance dedicate alla sonorizzazione de “La Caduta Della Casa Degli Usher”, si fanno sempre più insistenti le voci che vogliono la band, nei giorni liberi da impegni on-stage, chiusi in studio a lavorare sul prossimo album di inediti, che intanto vengono anticipati dal vivo suscitando entusiasmo nel pubblic. I Massimo Volume sono: Emidio Clementi – voce e basso,?Egle Sommacal – chitarra,?Vittoria Burattini – batteria,?Stefano Pilia – chitarra. Venerdì 18 aprile ore 21.30 (puntuali) NOBRAINO in concerto I Nobraino sono una band indie rock italiana che nasce negli anni ’90 a Riccione e cresce nel circuito delle autoproduzioni e delle etichette indipendenti. Un gruppo che si e? nutrito di concerti, oltre un migliaio, e che ha fatto della performance il suo punto di forza. Conosciuti ormai in tutta Italia per i loro live act dirompenti e fuori da ogni schema, propongono fondamentalmente una forma di cantautorato classico che non sacrifica l’esuberanza di una solida formazione rock. Un approccio che consente loro di muoversi tra vari generi con grande eclettismo senza mai perdere la loro identita?. La storia discografica dei Nobraino conta quattro dischi. Il 2006 e? l’anno del primo album ufficiale “The best of Nobraino”, nel 2007 un live di pezzi inediti “Live al Vidia Club”, il 2008 e? l’anno della svolta, vincono il Premio rivelazione dell’anno al MArteLive, che li portera? a firmare il contratto di management e produzione discografica con l’allora neonata etichetta MArteLabel. Da qui nel 2010 l’uscita dell’album “No USA! No UK! Nobraino”, con la direzione artistica di Giorgio Canali. Nel marzo 2012 esce il “ Disco d’Oro” prodotto nuovamente da MArteLabel e registrato con Manuele “MaxStirner” Fusaroli. Negli anni i Nobraino hanno accumulato premi importanti come il DemoRai, il Sele D’oro, e tanti successi culminati con le apparizioni televisive nel salotto televisivo di Serena Dandini Parla con me su Rai Tre. Nel 2010 il brano L’onesta monarchia di Luigi Filippo viene incluso nella compilation della “Leva cantautorale degli anni Zero”. Nel settembre 2011 si sono aggiudicati al Supersound di Faenza il premio speciale MEI “Miglior Tour dell’anno”, insieme al Premio XL La Repubblica “Nuova Musica Italiana”. Nel novembre 2011 i Nobraino si sono esibiti al Teatro Ariston di Sanremo ospiti del Premio Tenco 2011. I Nobraino hanno suonato sul palco del Concerto del Primo Maggio 2012. Dopo due mesi di stop in studio nella primavera del 2013 dedicati esclusivamente alla registrazione dei brani del loro prossimo disco che sara? pubblicato nei primi mesi del 2014 e conterra? diversi pezzi gia? presenti nei live, come Bigamionista, Lo scrittore ed Esca viva, gia? diventati dei classici per tutti i loro fan.

Sabato 19 aprile ore 21.30 (puntuali) – Vibraction Indoor MARLENE KUNTZ in concerto “NELLA TUA LUCE TOUR” dei MARLENE KUNTZ partirà il prossimo 7 febbraio dal FUORI ORARIO di Taneto Gattatico-Reggio Emilia, una serie di nuovi appuntamenti che fanno seguito alle tre anteprime tenutesi lo scorso novembre a Torino, Milano e Roma. In questa occasione il gruppo porterà dal vivo brani dal loro ultimo lavoro “Nella tua Luce” mescolandoli a vere e proprie gemme del loro repertorio, tutto in un continuo alternarsi di intensità, forza e violente sferzate rock. “Nella tua luce”, è uscito lo scorso agosto e contiene 11 brani inediti. Anticipato dal singolo Il Genio (l’importanza di essere Oscar Wilde)”, a cui ha fatto seguito il brano attualmente in programmazione dal titolo: “Seduzione”. Ad accompagnarlo un videoclip che vede la straordinaria partecipazione di una delle attrici più carismatiche del cinema italiano: Kasia Smutniak, co-protagonista insieme a Cristiano Godano del video firmato dal talentuoso regista Francesco Amato (sua la regia del lungometraggio «Cosimo e Nicole»). Il concept delle videoproiezioni è a cura di Three Minutes Ago e di Nicoletta Grasso. Sul palco Cristiano Godano – voce e chitarra, Luca Bergia – batteria, percussioni, Riccardo Tesio – chitarra oltre che Luca Saporiti aka Lagash – basso e Davide Arneodo – polistrumentista.

Venerdì 2 maggio ore 21.30 (puntuali) ELVENKING (NEW ALBUM RELEASE PARTY) in concerto

Sabato 3 maggio ore 21.30 (puntuali) ZEN CIRCUS in concerto

nobraino

1.670