Dalla rete nasce la MOB-vida per protestare contro la chiusura dei locali – 11 giugno

“mega processione – sit in da imbavagliati contro il coprifuoco di Udine! caricate sui cellulari pezzi di film “Indagine su un cittadino al di sopra ogni sospetto” da mandare in onda per 5 minuti. minimo 60 partecipanti!” E’ questo il grido che si leva dalla rete per contestare la decisione del sindaco Honsell di far chiudere i locali della zona di Via Manin a mezzanotte da qui al 18 luglio ogni mercoledì, venerdì e sabato.

Il nome, azzecatissimo, unisce il fenomeno dei flash mob a quello della movida come si è voluto pomposamente nominare il divertimento che anima i weekend del capoluogo friulano.

per aderire al movimento https://www.facebook.com/events/264197643687616/

 

“Il popolo è minorenne, la città è malata, ad altri spetta il compito di curare e di educare, a noi il dovere di reprimere! La repressione è il nostro vaccino! Repressione è civiltà!”
da Indagine su un cittadino al di sopra ogni sospetto, 1970, regia di Elio Petri.
Come si intuisce dal film è molto più facile reprimere che ragionare ed affrontare un tema delicato, è molto più semplice limitare la libertà di molti a favore di quella di pochi. Il merito della questione non è e non può essere il disagio dei residenti, più che giustificato, ma la privazione della libertà di scelta imposta dall’autorità.

PROGRAMMA

Ritrovo: Lunedi 11 giugno alle ore 22.00 avanti alla Taverna dell’Angelo

Lo scopo della manifestazione sarà quello di fotografare il dissenso verso questa limitazione della libertà, di rendere concreti i messaggi partiti da internet e forse anche più efficaci.
A tal fine servono almeno una cinquantina di persone che si prestino a inscenare le fotografie di protesta, qualora il numero di presenti risultasse inferiore non si procederà.
I partecipanti dovranno presentarsi con un bavaglio e per chi è in grado, con la colonna sonora del film nel proprio cellulare.

 

4 SONO LE IMMAGINI– MESSAGGI DA REALIZZARE:
1. SIT–IN AVANTI ALLA TAVERNA DELL’ANGELO;
2. DISPERSIONE DELLA GENTE;
3. PROCESSIONE LUNGO VIA MANIN;
4. MESSAGGI UMANI NELLA EX PIAZZA DELLA LIBERTA’ (Movida? – Mobvida – Coprifuoco).

I caratteri comuni alle scene saranno pertanto i figuranti, un orologio che indica la mezzanotte, i bavagli, la musica dei cellulari. Il tempo previsto di realizzazione è di un’oretta e mezzo.

 

Lascia un commento

290