Debora Serracchiani: 2014 ci farà rialzare la testa. non lasciare nessuno da solo

image

“La Regione sta facendo tutto il possibile” con l’obiettivo di “non lasciare nessuno da solo”, e “il 2014 ci farà rialzare la testa”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani. Nella conferenza stampa di fine anno, la presidente ha notato che la “Regione deve tornare a essere centrale e utile per il nostro Paese come in passato. L’unico avversario – ha aggiunto -, fin dal nostro insediamento, è stata la crisi, la Regione ha attraversato uno degli anni più difficili della storia recente”.

Autostrade: terza corsia A4 messa in sicurezza
La giunta del Friuli Venezia Giulia ha ereditato “una situazione difficilissima che metteva a rischio” la realizzazione della terza corsia della A4 ed è riuscita “a mettere in sicurezza” l’opera. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, nel corso della conferenza stampa di fine anno. Serracchiani ha indicato che l’opera verrà realizzata, e non peserà sul bilancio regionale.

Lavoro: importante è dare risposte
‘Mi interessano poco i nomi, mi interessa invece dare le risposte concrete alle persone che restano senza lavoro e non hanno alcun tipo di supporto”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia e componente della segreteria del Pd, Debora Serracchiani, rispondendo a una domanda sul reddito di cittadinanza. Nel corso della conferenza stampa di fine anno, Serracchiani ha ricordato che “sugli ammortizzatori sociali la Regione guarda con attenzione al livello nazionale e attende il piano del Governo Letta che dovrà continuare a pensarci. Intanto – ha aggiunto la presidente – il nostro piano regionale d’azione per il sostegno e la permanenza nel mondo del lavoro è già pronto”

Sanità: riforma ma no chiusure ospedali
‘Sulla sanità stiamo utilizzando la nostra autonomia sul piano del servizio sanitario regionale per impostare una riforma le cui linee guida non prevedono, allo stato attuale, la chiusura di ospedali, ma una riconversione profonda della rete ospedaliera”. Lo ha detto oggi a Udine la presidente della Regione, Debora Serracchiani, nel corso della conferenza stampa di fine anno. ”Serve una riconversione che individui gli ospedali per acuti, nei quali ci sarà l’emergenza fino alle più importanti specializzazioni – ha proseguito -, perché le strutture ospedaliere hanno bisogno di specializzazioni, ma occorre anche superare doppioni ed inefficienze”. La riforma dovrà portare “un contenimento delle spese con interventi strutturali come – ha aggiunto Serracchiani – la centralizzazione degli acquisti dei beni e dei servizi, ma anche interventi sull’efficienza del servizio per i tempi di attesa e un piano regionale della prevenzione, che va assolutamente impostato, con l’obiettivo di spendere meno sulla sanità. Infine rivedere le forme di associazionismo medico – ha concluso – che mettano in rete tutti gli attori del sistema sanitario regionale”.

Regioni: continua riordino partecipate. Presidente, soddisfatta lavoro, nessun rimpasto giunta
‘Faremo un riordino complessivo delle partecipate: il lavoro che abbiamo già impostato su Friulia, Mediocredito, Finest e FvgStrade va in questa direzione e adesso tocca a tutte le altre”. E’ quanto ha annunciato oggi a Udine la presidente della Regione Debora Serracchiani. ”Le partecipate verranno esaminate una a una – ha aggiunto la presidente – dall’aeroporto a quelle delle infrastrutture portuali e ferroviarie. Faremo una valutazione sull’utilità delle stesse, anche per procedere con un intervento forte sul piano giuridico e legislativo per adeguarle a una missione che serva alle riforme”. Per quanto riguarda Mediocredito, ha chiarito Serracchiani, ”non abbiamo alcuna intenzione di metterlo in liquidazione, ma al contrario di rafforzarlo nel senso del sostegno alle pmi e del credito a medio e lungo termine”. La governatrice ha poi confermato che ”la scelta di Cristiana Compagno alla presidenza di Mediocredito è la scelta giusta in termini di competenze. La nuova presidenza – ha aggiunto – sarà operativa a breve”. Sull’operato della Giunta, Serracchiani si è detta ”soddisfatta di tutto il lavoro fatto insieme, e che hanno fatto tutti i singoli assessori. Non sento – ha chiarito – alcuna esigenza di rimpasto, ma casomai di dare agli assessori in carica tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per rispondere alla crisi”. Infine, sul direttore generale della Regione, la presidente ha annunciato che ”siamo in dirittura d’arrivo, nei primi mesi dell’anno saremo operativi”

397