Di Natale a vita ad Udine, spera di convincere anche Sanchez ed Asamoah

di natale vola 03
Di Natale a vita ad Udine, ora spera di convincere anche Sanchez ed Asamoah: “Se fossi in loro aspetterei un anno per partire”
Il capitano bianconero rinnoverà con il patron Pozzo fino al 2014: “La Champions League? Manca ancora un punto, lo dobbiamo prendere al Milan e non darei tutto per scontato”.

Antonio Di Natale non avrebbe mai immaginato lo scorso agosto di raggiungere lo stesso la Champions League nonostante il gran rifiuto alle lusinghe della Juventus, ma ora il traguardo europeo è vicinissimo con la maglia dell’Udinese: “Non sono un indovino, non è stato per lungimiranza che ho rifiutato la Juventus ritrovandomi, ora, in Champions League al posto loro. É che mi trovo bene a Udine, ho badato solo a questo, null’altro – ha detto il capitano bianconero, come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Manca un punto alla qualificazione, lo dobbiamo prendere al Milan e non darei tutto per scontato”.

Il capocannoniere del campionato di Serie A intende chiudere la carriera in Friuli: “Ho parlato con Pozzo, allungo il contratto fino al 2014 e resto a vita a Udine – ha aggiunto Di Natale -. Non so se il mio rimanere all’Udinese possa essere da esempio a qualche compagno: sono il capitano, è vero, ma lo sono in campo non certo al… tavolo delle trattative. Sono scelte del club, dei giocatori, ma siamo una squadra giovanissima con età media di 22 anni. Fossi in Sanchez, Asamoah e qualche altro aspetterei almeno un anno per partire”.

Lascia un commento

300