Diario elettorale: Fontanini, “aderisco alla carta dei doveri cattolici”

fontanini“L’impegno dei cattolici impegnati in politica a rispettare le linee guida dei valori inerenti la vita, la famiglia, la solidarietà, come ribadito dall’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, è un dovere a cui personalmente mi sento di aderire”, dichiara il Presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini. Il contesto in cui si inseriva l’esortazione del capo della diocesi friulana, del resto, è quello dei cristiani impegnati per il Friuli e per la sua tutela, dunque con chiaro riferimento anche alle elezioni amministrative che si svolgeranno sul nostro territorio. “Ritengo opportuna  – aggiunge Fontanini – la ‘carta dei doveri’ a cui l’arcivescovo ha fatto riferimento come fonte d’ispirazione per gli amministratori che in politica, per dirsi cristiani  e cattolici, devono necessariamente fare propri alcuni imprescindibili principi guida, dal momento che serve anche un’intesa chiara sui temi emergenti del lavoro ma anche dell’etica”.

 

Il Presidente della Provincia ringrazia ufficialmente la guida della diocesi udinese perché, pur sapendo ovviamente che la Chiesa non è un partito e non dà, giustamente, indicazioni di voto, offre una importante raccomandazione a quanti  vogliono esprimere in politica la loro appartenenza religiosa, ovvero quella di essere coerenti. La presenza di esponenti cattolici in schieramenti differenti dovrà accompagnarsi a una concreta convergenza sulle questioni eticamente sensibili”.

Inoltre, Fontanini apprezza il “Non expedit” al contrario formulato dall’arcivescovo Mazzocato con l’appello rivolto a tutti i cattolici per non disertare le urne in vista delle imminenti elezioni politiche. Recenti sondaggi hanno fatto emergere che una parte dei cattolici è ancora incerta, per questo anche Fontanini incoraggia a esprimere il proprio voto, impegnandosi sulla scena pubblica.

434