Diritti in Festa, giornata all’insegna di incontri, dibattiti e musica. sabato 5 settembre a Povoletto

L’associazione udinese Ospiti in Arrivo organizza per sabato 5 settembre a Salt di Povoletto un festival che ospiterà, tra gli altri, il giornalista di Avvenire Nello Scavo, l’operatore umanitario e presidente di Medici Senza Frontiere Loris De Filippi e la giornalista e reporter Francesca Mannocchi

Tutte le persone li hanno, ma non tutti lo sanno. Sono con noi fin dalla nascita: cambiano, evolvono, ma non ci abbandonano mai. Vanno difesi perché sono la cosa più potente che abbiamo. Cosa sono? I diritti! Ospiti in Arrivo, associazione che dal 2014 si occupa della prima accoglienza delle persone richiedenti protezione internazionale giunte a Udine, ha voluto dar vita a un festival che le mette al centro, ne parla e le valorizza. Perché non dare mai per scontati i diritti è quanto mai necessario. Ospiti in Arrivo l’anno scorso ha organizzato, insieme ad altre associazioni amiche, la prima edizione di Diritti in Festa, un’intera giornata per ribadire che i diritti dovrebbero essere considerati acquisiti da tutti e che nel 2019 non si faceva ancora abbastanza per trasformare quel condizionale in un tempo presente.

La situazione a un anno di distanza non è cambiata e anzi sembra peggiorare: l’associazione ha deciso di non rinunciare al festival, con le dovute misure anti-contagio, anche in questo difficile 2020.

Il 5 settembre, nel parco di Salt di Povoletto il festival si svilupperà secondo due momenti: uno di parola, con incontri su varie tematiche legate ai diritti civili, umani e sociali; e una seconda parte dove sarà invece la musica a parlare, con concerti in totale sicurezza. Ci saranno inoltre stand riservati alle diverse associazioni, uno spazio dedicato alle bimbe e ai bimbi e chioschi gastronomici aperti tutto il giorno, senza dimenticare sostenibilità e menù vegetariani. L’entrata è gratuita.

Il programma

Si comincia alle 10.30 del mattino con l’incontro “Un’altra Europa (r)esiste”. Interverranno rappresentanti della Vienna SOS Balkanroute, il Gruppo Balkan Route, Pierluigi di Piazza del Centro di Accoglienza Ernesto Balducci, Silvia Maraone coordinatrice Ipsia nei Balcani e Bisera Krkic, volontaria per Ospiti in Arrivo. A moderare l’incontro sarà la giornalista Anna Piuzzi.

Alle 12.30 il secondo incontro, “Istruzione: che fare?”. Sul palco interverranno la maestra di scuola primaria Chiara Lopopolo, l’insegnante del Centro provinciale istruzione per adulti nelle carceri Lucia Sillani e la maestra alla Refugees Public School di Ospiti in Arrivo Ester Del Terra. A moderare sarà la volontaria e attivista di Ospiti in Arrivo Francesca Carbone. A seguire sarà proiettato il video del progetto Playing For Change Udine in collaborazione con Intersos e UNHCR Italia – Agenzia ONU per i Rifugiati.

Gli incontri proseguiranno nel pomeriggio. Alle 15 si parlerà di “Abusi e violazioni nelle detenzioni”. Intervengono il giornalista e ricercatore Antonio Esposito, impegnato sulle tematiche inerenti l’esclusione sociale, alla storia della psichiatria e al razzismo, è esperto di beni confiscati e legalità, che dialogherà insieme al medico e militante Gianni Cavallini che per anni è stato responsabile sanitario dell’accoglienza di richiedenti asilo e migranti a Gorizia. Insieme a loro ci sarà l’Assemblea No Cpr e no frontiere – FVG. A moderare l’incontro Roberta Casco dell’associazione ICARO – Associazione Volontariato Penitenziario

Alle 16.30 un incontro sulle “Migrazioni”. A dialogare tra loro saranno il giornalista e reporter internazionale di Avvenire Nello Scavo, l’operatore umanitario e presidente di Medici senza Frontiere Italia Loris De Filippi, e la giornalista e reporter internazionale Francesca Mannocchi. A moderare la giornalista Anna Dazzan.

Ultimo incontro della giornata alle 18.30, “Popoli che (r)esistono”. Intervengono l’antropologa Anna Pelamatti per il Kurdistan, la giornalista e attivista Patrizia Cecconi per la Palestina, l’antropologo e fotografo Simone Mestroni per il Kashmir e l’attivista Elena Pozzallo per la Val Susa.

Dalle 20.00 si alterneranno sul palco Le Tamorre Briganti, Les Tambours de Topolò, Admiral e R.Eesistence in Dub.

429