Disabilità: Tiliaventum a Barcolana con Càpita, monoscafo accessibile

Lignano Sabbiadoro, 25 lug – Il monoscafo R-30 “Càpita”,
progettato dal friulano Alessandro Comuzzi e pluripremiato –
Compasso d’Oro, Barca dell’anno, Myda – per le innovative
soluzioni che lo rendono performante per le regate e accessibile
a disabili in carrozzina parteciperà quest’anno alla Barcolana
con un equipaggio misto inclusivo.

Sarà una delle esperienze con cui culminerà l’attività 2020
dell’associazione Tiliaventum di Lignano Sabbiadoro, forte di 265
soci, 50 volontari attivi, oltre 274 mezze giornate in mare
gratuite inclusive proposte nel 2019 a persona. L’associazione,
nata oltre venticinque anni fa, continua con successo il progetto
“Sea4All 2020” per rendere il mare accessibile e fruibile a tutti
nelle discipline sportive della vela, del kitesurf, del sup,
dello wakeboard. Il progetto ha il patrocinio della Regione
Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFvg, Comune di Lignano
Sabbiadoro, Comitato Italiano Paralimpico FVG.

Il presidente della asd, Daniele Passoni, ha illustrato tutte le
attività 2020 – alla presenza del vicegovernatore e assessore
alla Disabilità – e le caratteristiche del daysailer Capita, che
nei progetti dovrà essere presto utilizzato per una regata in
solitaria da uno sportivo disabile.

“Quest’anno, nonostante il Covid-19, abbiamo già all’attivo 137
mezze giornate a persona realizzate in mare e stiamo sviluppando
– ha spiegato Passoni – a pieno ritmo le proposte legate alle
discipline sportive di mare abbinando sport, inclusione e
attenzione al sociale: nel nostro futuro ci sono open day, corsi
di vela, team sportivi inclusivi per regate. Da dodici anni
partecipiamo alla Barcolana e quest’anno riusciremo a portare
quattro equipaggi misti. Infine, continuando nel solco della
collaborazione con Latisana, inizieremo a breve anche un percorso
di attività con il Centro di salute mentale di Gorizia,
proponendo agli assistiti delle strutture esperienze da
protagonisti”.

Il vicegovernatore ha espresso il ringraziamento della Regione
per quella che è stata definita un’esperienza straordinaria ed
esemplare, soprattutto perché portata avanti con professionalità
e passione da un’associazione non “istituzionale”. Molti sono i
passi da fare per una società veramente inclusiva – ha osservato
il vicegovernatore – ma le lezioni che ogni giorno con le loro
proposte danno i volontari e aderenti a Tiliventum sono da
esempio per tutti, per raggiungere un mondo in cui l’inclusione
sia finalmente un dato scontato e non un evento eccezionale.

Il vicegovernatore ha visitato “Capita” assieme all’architetto
Comuzzi, che ha progettato il monoscafo con una passerella di
accesso a bordo adeguatamente dimensionata, pozzetto e spazi di
manovra liberi e fruibili alla carrozzina, postazione di comando
con timoneria a ruota priva di razze per una confortevole
condotta, comandi e regolazioni vele e motore dimensionati e
posizionati ai lati della timoneria, possibilità di accedere agli
spazi a prua nel pozzetto “attraversando” la grande ruota del
timone, pagliolato basculante regolabile a piacimento, stabilità
di forma della carena che limitano lo sbandamento, tuga piatta
per consentire ottima visibilità anche in posizione seduta.

Da oggi e fino domani sono esposte anche attrezzature
appositamente allestite per il kitesurf e il sit paddling, e il
pedalò utilizzato per la navigazione Lignano-Molfetta in
occasione della raccolta fondi a beneficio dei malati terminali.
ARC/EP

Powered by WPeMatico

75