Udine

calendi.jpgI grandi appuntamenti culturali (Calendidonna, Far East Film, Vicino/Lontano) enogastronomici (Friuli DOC), sportivi (Maratonina) e fieristici (Innovaction) sono l’ossatura dell’offerta turistica della città; se Lei dovesse diventare sindaco quale sarà il futuro di questi appuntamenti per quanto può competere all’amministrazione comunale? Saranno confermati? Quali meritano di essere rinforzati e quali devono subire un robusto cambiamento?

…… 

……

BATTILANA: Li confermerei. Aggiungerei 2 appuntamenti culturali di rilievo quali mostre di pittori con data annuale fissa per rendere l’appuntamento un must. Un robusto cambiamento vorrei farlo sulla maratonina che tanto successo ha riscontrato. La trasformerei in una classica di grande richiamo interregionale su più categorie fra cui quelle amatoriali

 

CAINERO: Una delle prime azioni di governo della città sarà quello dell’analisi della possibilità di creazione di grandi eventi culturali e fieristici in un contesto di progettualità a lungo termine. Ma molto dipende dall’individuazione di un “contenitore” adeguato che sarà realizzato.

 

DI GIORGIO: In merito a questi appuntamenti, stò analizzando la loro aderenza alla città, ed al ritorno che ne rilasciano ai cittadini. Quando avrò terminato e ascoltato le aspettative dei cittadini, potrò esporre un progetto. Senza dubbio un cambiamento forte a Friuli DOC (vedi sotto)

 

GALIOTO: Per me gli eventi sono abbastanza interessanti ed attraenti, l’unico appunto è da non confondere Friuli doc con Austria doc. Purtroppo devo fare notare come un evento importante come il “Palio Donna” è stato letteralmente seppellito da un’amministrazione comunale miope e sorda ad attrattive uniche nella nazione.

 

HONSELL: “Li confermerei tutti, magari riqualificandoli e collegandoli in rete ad altre momenti culturali e artistici e soprattutto strutture come il teatro nuovo Giovanni da Udine; cercherei di evitare sovrapposizioni e soprattutto cercherei di inserire Udine in una rete europea di manifestazioni culturali.

 

ORTIS: I grandi eventi vanno inseriti in un progetto di rilancio della città da concordare con le categorie economiche che possano attirare sempre maggiori investimenti privati.

 

SALME’: Calendidonna, Far East Film, Vicino/Lontano, sono stati appuntamenti viziati da una cultura ideologica di sinistra che ha privilegiato lo sguardo sulle altre culture, dimenticandosi completamente del ruolo che la cultura deve avere come strumento della conservazione della memoria di una comunità. Questi appuntamenti andranno cancellati, gli altri da voi citati, hanno svolto un ruolo positivo.

 

VOLPE PASINI: Eventi di richiamo nazionale e internazionale come Far East, Vicino Lontano, Friuli Doc, Innovaction, vanno sicuramente potenziati e migliorati laddove possibile, forse cercando di renderli più aperti dal punto di vista delle tesi che si confrontano. Lo Sporto internazionale è un sicuro riferimento per il futuro. Calendidonna e altri eventi, gestiti con chiara ispirazione ideologica, dovranno essere rivisti completamente.

 

CLICCA QUI E VAI ALLA PROSSIMA DOMANDA

facebook
641