Doppio Totti e la Roma torna in zona Champions

Due volte Totti e la Roma torna in corsa per l’Europa che conta. In casa Udinese l’assenza di Sanchez si nota, e i giallorossi ne approfittano per centrare una vittoria al fotofinish nella sfida dal sapore Champions e ridurre cosÏ a tre i punti di svantaggio dal quarto posto. Totti – che ripropone il cucchiaio su rigore dopo oltre tre anni – sale a quota 203 reti in serie A, a due gol da Roberto Baggio. L’Udinese spinge subito sull’acceleratore, ma le conclusioni dei bianconeri non sono sufficientemente incisive. La Roma dal canto suo risponde affidandosi a Vucinic, che manda spesso Abdi in difficolt‡. La prima occasione dell’incontro arriva al 3′ e capita sui piedi di Zapata su un’uscita maldestra dell’estremo difensore giallorosso Doni, che smanaccia male un tiro di Di Natale. Doni Ë fuori posizione, ma il difensore colombiano svirgola il pallone che termina sul fondo in un nulla di fatto. La replica arriva pochi minuti dopo con un colpo di testa di Asamoah su cross a smarcare di Abdi. Al 12′ Isla serve un pallone filtrante per l’inserimento di Denis, che si fa anticipare di un soffio da Doni in uscita. La torre argentina insiste e al 16′ cerca miglior fortuna con una botta di destro, che costringe Juan a salvarsi in corner. Sugli sviluppi dell’angolo Denis ci riprova con un colpo di testa che termina di poco alto sopra la traversa. La Roma riesce a rallentare il ritmo partita e la gara si combatte a centrocampo, finchÈ al 29′ Abdi prova a spezzare l’equilibrio con una botta dalla lunga distanza, ma Doni fa sua la sfera senza troppi problemi. L’unica occasione per la Roma arriva quattro minuti dopo con una punizione di Totti resa ancor pi? insidiosa da una deviazione di testa di Denis che rischia di trarre in inganno Handanovic, ma il portiere sloveno si supera e salva il risultato. Il primo tempo non regala altre emozioni e le squadre vanno al riposo sullo 0-0. Al rientro in campo Ë ancora l’Udinese a prendere in mano le redini della partita e ad andare vicina al vantaggio al 7′: Asamoah cambia gioco da sinistra a destra e apre per Isla, ma il diagonale del cileno non Ë preciso e si spegne sul fondo. La svolta della gara arriva all’11’, quando Pinzi commette un’ingenuit‡ imperdonabile per un giocatore della sua esperienza e aggancia Pizarro in area. L’arbitro concede alla Roma un rigore sacrosanto; dal dischetto Totti azzarda il cucchiaio e spiazza Handanovic. L’Udinese accusa il colpo, la Roma sale in cattedra e crea subito l’occasione per chiudere la partita: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Handanovic sbaglia il tempo dell’uscita e Juan inquadra la porta, ma Domizzi compie il miracolo e salva sulla linea. La partita sembra ormai chiusa ma si riaccende nel finale, a 2′ dal termine: su un rapido rovesciamento di fronte Corradi prolunga di testa la palla in area e Di Natale in corsa beffa Doni. L’Udinese si sbilancia alla ricerca della vittoria, l’illusione arriva con un gol allo scadere, subito annullato dall’arbitro per fallo di mano di Asamoah. Ma i friulani chiedevano il rigore per fallo di Perrotta. A trovare il gol partita Ë invece la Roma allo scadere: rimessa laterale, Riise smarcato in area riceve palla e serve Totti libero di mettere a segno il colpo del ko, di esterno destro.

Lascia un commento

268