Droga: sgominata rete micro-spaccio nel latisanese

marijuana  droga2
Quattro soggetti destinatari di misura cautelare, un arresto in flagranza di reato e quattro persone deferite in stato di libertà, tra cui un minorenne sono i protagonisti delle indagini dei Carabinieri del Norm della Compagnia di Latisana. I militari hanno sgominato una rete di micro-spaccio di droga a livello locale e nel Veneto Orientale, al termine di un’operazione investigativa coordinata dalle Procure di Udine e Pordenone. L’indagine, che ha registrato anche ventidue persone segnalate alla Prefettura come assuntori di stupefacenti e 153 grammi di sostanza sequestrati, si è chiusa il 31 gennaio con l’arresto ai domiciliari di un uomo di 33 anni, T.C., di San Michele al Tagliamento, destinatario di una misura di custodia cautelare. L’attività dei militari si era avviata nell’autunno 2013 dalle segnalazioni di alcuni genitori residenti a Latisana e nei dintorni, preoccupati per il consumo di droghe, specie hascisc e marijuana, effettuato dai figli, alcuni ancora minorenni. Le prime attività investigative avevano individuato quali principali responsabili dello spaccio due latisanesi, un ragazzo all’epoca minorenne, e uno di 20 anni che, è emerso nel corso delle indagini, erano soliti rifornirsi dello stupefacente da spacciare in stazione ferroviaria e delle corriere e nei parchi cittadini dall’uomo di San Michele al Tagliamento. Il minorenne è stato arrestato e collocato in comunità su disposizione del gip dei minorenni di Trieste a luglio. Il maggiorenne è stato invece arrestato nell’agosto 204 insieme a un albanese di 22 anni, anche lui ritenuto dedito allo spaccio. A entrambi sono stati concessi i domiciliari. Nel frattempo i militari del Norm di Latisana, nel febbraio 2014, avevano già arrestato in flagranza di reato un uomo di 47 anni di Spilimbergo per detenzione a fini di spaccio, dopo essere stato sorpreso a Latisana con cento grammi di marijuana, destinata al mercato locale

1.086