Duino: sorgerà la riserva naturale

Via libera ai progetti di ripristino ambientale e storico del centro di Duino e della Costa dei Barbari dopo la certezza dei finanziamenti, giunta nei giorni scorsi dal ministero dell’Ambiente. I progetti prevedono un intervento di tutela integrale dell’area della Costa dei Barbari, destinata così solo alla balneazione, con la realizzazione di una riserva naturale e il recupero ambientale dell’area Ples (in collaborazione con il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico) e del porticciolo turistico di Duino. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nella sede dello stesso Collegio dal ministro per l’ Ambiente, Corrado Clini, e dai rappresentanti degli enti locali. Il primo progetto (1,6 milioni di euro) fu avviato nel 2009 e prevede nuovi collegamenti funzionali tra Borgo San Mauro e la Costa dei Barbari, la creazione di un sentiero-passeggiata da Sistiana a Marina di Aurisina, ripristino dei manufatti storici. Il secondo (1,1 milioni di euro, finanziati per metà dalla Regione Fvg) valorizzerà il parco urbano di Duino e realizzerà un parcheggio. “Questa è una preziosa area ambientale – ha commentato il ministro Clini – Insieme con la riserva di Miramare si potrà attrarre turismo attraverso una offerta di ambiente”. Il sindaco di Duino, Giorgio Ret, ha annunciato che “i lavori saranno in parte finiti entro il 2013. La Costa dei Barbari – ha aggiunto – offrirà 90 mila metri quadrati di area naturale che resterà così per sempre”. La realizzazione del parcheggio, invece, sarà propedeutica per “togliere le auto dal porticciolo, pressuposto per un parco ad area verde”. Successivamente, sarà la volta della “definizione del recupero del Parco del Timavo, visto che sono stati risolti i problemi delle bombe della prima e seconda guerra mondiale”.

460