Bearzi

ecotour2
Si è conclusa l’estate carnica dell’Eco Tour Carnia 4×4, con un successo decisamente positivo e tanta soddisfazione per il Fuoristrada Club Tolmezzo. I mezzi 4×4 del FC Tolmezzo sono stati splendidi ed inseparabili compagni di viaggio; meglio dire compagni di vacanze. Infatti tutte le gite realizzate lungo i tracciati carnici, sono state un vero successo, grazie proprio alla praticità ed alla robustezza di questi veicoli. Nei percorsi di questa lunga estate sono state introdotte due nuove mete, particolarmente interessanti e piacevoli, seppur realizzate meno volte rispetto a quelle consolidate e ben conosciute dagli istruttori dal Team del Fuoristrada Club Tolmezzo. Volendo fare un po’ di somme sono stati fine settimana molto intensi, quasi sempre tutti i posti in auto occupati, la provenienza dei visitatori è stata varia, non solo dalla Regione, ed in particolare dalla provincia di Trieste, ma molte le presenze dalla Lombardia, dal Piemonte, dalla Toscana ed anche dalla vicina Austria. Lo scopo dell’Eco Tour Carnia 4×4 era quello di accompagnare le persone che desideravano scoprire i luoghi più reconditi, e suggestivi delle montagne carniche, non potendoli raggiungere a piedi, a bordo di veicoli 4×4 sicuri, confortevoli, economici nei consumi e soprattutto ecologici e rispettosi dell’ambiente. Questo scopo è stato ampiamente raggiunto e rispettato, grazie alle caratteristiche tecniche di alimentazione dei veicoli che sono stati impiegati e grazie alla disponibilità dei soci del Fuoristrada Club Tolmezzo, che si sono dedicati alla preparazione dei percorsi, alla guida attenta e sicura dei veicoli; inoltre è stato molto importante l’appoggio delle Guardie Forestali locali, che hanno fornito molti consigli utili, supporto e tante nozioni di carattere tecnico e storico relativo alle località toccate. Il successo di questa attività è stato consolidato anche dal fatto, che, pur avendo dovuto saltare un fine settimana a causa del maltempo, i turisti trasportati in incantevoli vallate ed in località dove la storia ha lasciato il proprio segno, sono stati più di trecento
ecotour1

facebook

Lascia un commento

467