* * IDEE PER I TUOI REGALI DI NATALE * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *

ECONOMIA: BOLZONELLO, CLUSTER COMET PER BUONE PRASSI MONDO PRODUTTIVO

San Vito al Tagliamento, 8 nov – “Saper guardare lontano, e
progettare il futuro dell’economia del Friuli Venezia Giulia
attraverso strumenti che tengano conto dell’esigenza di
innovazione continua e di aggiornamento che le aziende, in
particolare quelle manifatturiere, secondo un modello di sviluppo
caratterizzato da collaborazione, trasferimento di conoscenza e
omogeneità di filiera, debbono saper perseguire per affrontare
con efficacia le sfide dei mercati”.

Secondo il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello,
intervenuto a San Vito al Tagliamento nella sede della Lean
Experience Factory, il cammino affrontato dall’Amministrazione
per favorire la tenuta del settore manifatturiero dovrà
proseguire sostenendo l’imprescindibile spinta all’innovazione e
alla competitività di un comparto che riveste un ruolo importante
nell’economia del territorio.

Ora, la Regione sta predisponendo gli strumenti per consentire
alle aziende dell’area di crescere e saper stare sui mercati,
sempre facendo rete, in sinergia con le associazioni, e
valorizzando il capitale umano già presente per rafforzare e
consolidare i risultati raggiunti.

Il Comet di Pordenone (Distretto industriale della
componentistica e termoeletromeccanica), nel quale è raggruppata
una miriade di piccole aziende collegate alle industrie
manifatturiere dell’area, contribuisce a questo cammino anche
grazie al riconoscimento del suo ruolo chiave svolto nel guidare
il cluster regionale della metalmeccanica.

Cluster, che costituisce un modello di sviluppo atto a favorire
l’incremento di economia di rete, di sinergie e di miglioramenti
nella competitività del territorio.

Bolzonello, ha anche ricordato di avere visitato nei mesi scorsi
diverse realtà produttive del territorio, con l’obiettivo di
tarare gli effetti della legge ‘RilancimpresaFVG’, nata due anni
fa proprio per sostenere le aziende, in particolare quelle di
piccole e medie dimensioni, anche sotto il profilo della
competitività e dell’innovazione.

Un passaggio di questo cammino, secondo il vicepresidente della
Regione, potrà essere rappresentato dalla prossima adesione di
Comet al cluster tecnologico nazionale Fabbrica intelligente.

L’azione del quale mira, attraverso lo sviluppo e l’applicazione
di tecnologie innovative per i sistemi produttivi, tra le quali
la robotica, i nuovi materiali e in generale l’applicazione delle
tecnologie digitali al manifatturiero, a favorire l’innovazione e
la specializzazione dei sistemi manifatturieri nazionali, sul
piano della produzione, dell’organizzazione e della distribuzione.

E si pone l’obiettivo di sviluppare e attuare una strategia, in
grado di consolidare e incrementare i vantaggi competitivi
nazionali.

E nel contempo, di indirizzare la trasformazione del settore
manifatturiero verso nuovi sistemi di prodotto, processi e
tecnologie e sistemi produttivi, coerentemente con le strategie
comunitarie e nazionali per la ricerca e l’innovazione.
ARC/CM/Red

Powered by WPeMatico

524