Economia: quali sono i settori in cui si investe di più?

Sono diversi ormai i settori in cui è possibile investire. Il mondo degli investimenti è infatti molto diverso rispetto a quello che abbiamo imparato a conoscere col tempo. Oggi, ad esempio, uno dei settori maggiormente in voga per quanto riguarda gli investimenti è quello delle criptovalute.

Le monete virtuali sono ormai al centro dell’attenzione di milioni di investitori che si informano, tra le altre cose, circa il prezzo per acquistare Bitcoin e sui rendimenti delle altre criptovalute.

Oltre a Bitcoin, principale protagonista del mondo degli investimenti, c’è Ethereum da tenere in considerazione visto che è il secondo progetto Blockchain più importante nel mondo cripto. Il fatto che sia sempre al 2° posto per capitalizzazione di mercato e non solo, non può che confermare questa informazione. Con ETH nasce il Contratto Intelligente, l’idea stessa di Blockchain programmabile, non è una informazione da poco. Ethereum merita di far parte di un buon portafoglio cripto.

Attualmente terza in CoinMarketCap, Cardano ha un ottimo progetto alle spalle. Si tratta di una criptovaluta in grado di eseguire contratti intelligenti e transazioni molto più velocemente di Bitcoin. Il suo vantaggio tecnologico ne fa una criptovaluta molto interessante. Anche il suo prezzo permette investimenti per tutte le tasche: costa solo 1,25 dollari a unità e promette molto bene.

Apprezzata persino da Elon Musk, Dogecoin ha mostrato interessanti sviluppi di valore che potrebbero portare a buoni risultati d’investimento. Considerata una delle migliori criptovalute del 2021, DOGE attualmente viene scambiata a pochissimo, circa 0, 057 dollari e potrebbe rivelarsi un buon affare. In ogni caso quando si investe bisogna seguire una regola fondamentale, quella della Diversificazione. 

Un buon portafoglio di investimento che sia cripto o meno deve avere al suo interno diverse allocazioni economiche, così da poter bilanciare eventuali perdite sotto alcuni versanti e potenziali profitti sotto altri. Di norma, allocare tutte le proprie risorse in un solo asset è fortemente sconsigliato.

Il trading

Altro fattore è quello del trading online che è uno strumento poco costoso per investire il proprio denaro in borsa. Le commissioni sono basse e in più si ha accesso a quotazioni e grafici in tempo reale, all’analisi tecnica e fondamentale dei titoli finanziari, e tante altre cose ancora. Cose che servono all’investitore per effettuare le scelte di investimento giuste e al momento giusto. Con il trading online, si ha tutto sott’occhio all’istante e in tempo reale. Si parte con il preborsa, l’apertura, la chiusura, e anche gli afterhours per i titoli azionari. Per iniziare a fare trading occorre scegliere il broker adatto alle proprie esigenze ed il consiglio, in questo caso, è quello di stare alla larga da quei player che promettono guadagni facili ed immediati. I mercati finanziari sono infatti posti molto complessi e soprattutto imprevedibili. Per questo bisogna studiare molto e soprattutto continuare a farlo per definire e adattare la propria operatività ai possibili mutamenti dello scenario.

418