Bearzi

Ein Prosit: Shaurli, valorizzare peculiarità e prodotti locali

Malborghetto (Ud), 22 ott – L’assessore regionale alle Risorse
agricole e forestali, Cristiano Shaurli, ha partecipato, oggi,
alla giornata conclusiva di Ein Prosit, una delle più importanti
manifestazioni enogastronomiche del Friuli Venezia Giulia,
organizzata dal Consorzio di promozione turistica del Tarvisiano,
di Sella Nevea e del Passo Pramollo, in collaborazione con la
Regione, l’Ersa e PromoturismoFVG.

L’assessore è intervenuto in occasione dello showcooking con lo
chef stellato Emanuele Scarello, incentrato su ‘I prodotti a
marchio Aqua garantiscono caratteristiche qualitative del
prodotto superiori agli standard merceologici’, durante il quale
ha evidenziato l’importanza di valorizzare i prodotti del nostro
territorio.

“Valorizzare le nostre peculiarità – ha detto Shaurli – lavorare
su prodotti locali e sulla stagionalità legandoli alla nostra
identità territoriale: da qui possono nascere nuove opportunità
per una politica agricola che guarda ad un futuro diverso da come
lo immaginavamo 20 anni fa”.

L’assessore ha rimarcato, in particolare, l’impegno della Regione
indirizzato alla promozione del marchio regionale Aqua
(Agricoltura Qualità Ambiente) che certifica qualità, filiera
corta e sostenibilità dei prodotti.

Sostenibilità ambientale e percorsi di filiera corta sono
infatti, per l’esponente dell’esecutivo, opportunità per il
futuro dell’agricoltura, ma “la vera sfida è che il cittadino
consumatore li riconosca e li richieda per dare il giusto
riconoscimento all’agricoltore che decide di rimanere all’interno
di un filiera corta e di un disciplinare stringente che rispetta
anche il benessere animale e il minor utilizzo di fitofarmaci”.

Per Shaurli l’opportunità del nostro futuro agricolo non sarà la
quantità, ma valorizzare le peculiarità del territorio. “Si
tratta – ha detto – di una scelta non solo ideale ma anche
economica legata alla redditività delle nostre aziende. In
questo modo possiamo dare un futuro e una prospettiva ai nostri
agricoltori e accompagnarli verso difficili, ma necessari
cambiamenti”.

Durante l’evento condotto da Paolo Vizzari, direttore dell’Area
guide del Gruppo editoriale l’Espresso, Emanuele Scarello ha
raccontato la sua cucina: “sento ancora questa voglia di
esplorare, l’ultimo studio ha riguardato la parte green. Abbiamo
fatto un focus sul mondo vegetale con un impegno forte nella
ricerca”.

Scarello ha presentato un inno all’agricoltura friulana con
un’insalata russa con ortaggi locali trattati in modo agrodolce e
ha sottolineato l’importanza di una materia prima di qualità:
“per fare una grande cucina dobbiamo avere un grande prodotto,
sposo dunque a pieno il progetto del marchio Aqua che garantisce
il controllo totale sulla filiera”.
ARC/LP/ma/ppd

Powered by WPeMatico

facebook
940