Electrolux: Bolzonello, non si brancola più nel buio

ELECTROLUX_1 19 marzo 2014  – Ora c’è una road-map e non si brancola più nel buio: questo è positivo“. Lo ha affermato a Roma  il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello commentando l’esito dell’incontro tra il Governo e i presidenti della Regioni che ospitano stabilimenti Electrolux, al quale l’assessore ha partecipato assieme alla presidente della Regione Debora Serracchiani.
Per Bolzonello “risulta positivo anche il fatto che si sia deciso che l’eventuale decontribuzione dei contratti di solidarietà riguarderà tutti gli stabilimenti nel loro insieme, escludendo qualsiasi ipotesi di trattative separate in base a stabilimenti o regioni. Il nuovo Governo si sta muovendo in modo adeguato, sia per i provvedimenti che sta adottando, sia perché ha costituito una vera e solida sponda istituzionale per le Regioni e i lavoratori”. “Ho fiducia che i giorni che ci separano dall’8 aprile potranno essere messi a frutto da tutte le parti – ha concluso Bolzonello – al fine di giungere al Tavolo con l’atteggiamento più costruttivo e positivo”.

”L’unità di azione delle Regioni nei confronti del Governo è stata utile e ha dato buoni frutti”. Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani oggi a Roma, al termine dell’incontro delle Regioni interessate dalla vertenza Electrolux con il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, il viceministro Claudio De Vincenti e il ministro del Lavoro Giuliano Poletti.
Il Governo ha compreso la strategicità del settore e l’importanza di tenerlo in Italia – ha proseguito – mantenendo attivi tutti e quattro gli stabilimenti Electrolux. La richiesta alla proprietà di un piano industriale più puntuale è coerente con la linea d’azione intrapresa”. ”È stata un’utile occasione di chiarimento – ha aggiunto Serracchiani – nel corso della quale sono state gettate le basi per valutazioni tecniche sugli interventi del Governo, il quale sta peraltro seguendo lo sviluppo della vicenda anche attraverso l’approvazione di provvedimenti normativi. Abbiamo una data ravvicinata per la convocazione del tavolo plenario e questo – ha concluso – è un altro elemento rassicurante”.

440