Electrolux: Rsu, da Renzi ancora nessun appuntamento

ELECTROLUX_1
“Nessun invito dal presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, o dal ministero dell’industria è giunto per l’avvio dell’atteso tavolo di confronto romano”. La segnalazione giunge dalle Rsu Electrolux, con riferimento all’impegno assunto dal capo del governo lo scorso 26 febbraio, in occasione della sua visita a Treviso, rispetto ad una riunione da programmare entro la settimana. “Siamo in presenza di un altro parolaio che promette e non fa?” si chiedono le rappresentanze sindacali interne di Electrolux. Stasera, intanto, è previsto un incontro a Cordignano (Treviso) tra i parlamentari del Pd trevigiani e i delegati delle Rsu di Susegana, oltre ad una delegazione di lavoratori dello stabilimento di Porcia (Pordenone). Nell’occasione, secondo quanto anticipato dai sindacati, saranno affrontate alcune proposte oggetto di un prossimo incontro nella sede della Regione Veneto e che “non interferiscono con quanto in embrione sui tavoli ministeriali”. Fra queste figurano misure per il mantenimento dell’occupabilità dei lavoratori svantaggiati, progetti per favorire l’invecchiamento attivo ed un’ipotesi di cogenerazione di energia sostenibile da attuarsi eventualmente con una società ad hoc a partecipazione mista, con un possibile ruolo dei lavoratori, finalizzata ad abbattere la bolletta elettrica per le produzioni Electrolux.

“E’ opportuno e doveroso che il nuovo Governo nazionale si attivi e convochi al più presto, questa stessa settimana, il già annunciato ‘Tavolo Electrolux’, dove analizzare in dettaglio la situazione della presenza del gruppo svedese in Italia, nella totalità delle sue quattro articolazioni industriali”. Lo afferma la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani. Ricordando che già la scorsa settimana aveva richiesto l’attivazione “urgente” del ministro per lo Sviluppo economico Federica Guidi, e richiamando l’impegno in questo senso assunto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, Serracchiani aggiunge che “la Regione Friuli Venezia Giulia si sente sempre e costantemente impegnata a fianco dei lavoratori Electrolux di Porcia e dunque – conclude – siamo pronti a fare la nostra parte”. Per il vicepresidente e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello, al ‘Tavolo’ “debbono necessariamente partecipare anche le quattro Amministrazioni regionali di Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, accanto alla proprietà e alle organizzazioni sindacali per affrontare in modo unitario e sinergico una crisi che rischia di mettere in discussione la presenza dell’industria del ‘bianco’ nel nostro Paese, una presenza manifatturiera – conclude – per numero di occupati seconda in Italia solo al comparto automobilistico”.

421