Bearzi

Epifania 2015: cosa fare dove andare – 5 gennaio

pignarul tarcentoLa tradizione dei falò epifanici è profondamente radicata sul territorio del Friuli Venezia Giulia. La tradizione assume diversi nomi a seconda della zona: pignarul, foghera, seima e molti altri. Anche sulla data ci sono diverse interpretazioni: in alcuni luoghi si festeggia il 5 e in altri il 6 gennaio.

VAI AGLI APPUNTAMENTI DEL 6 GENNAIO 2015 – LINK

SAURIS: Il sedere della Belin – Manifestazione suggestiva ispirata al magico mondo delle superstizioni e della fantasia, in particolare legata in questo caso al personaggio della “Bélin”, una vecchia donna che costringeva i saurani a baciarle il sedere per poter oltrepassare il confine della località e uscire dal proprio paese. Oggi il rito viene riproposto in una chiave ironica, e a pagare il pegno il particolare pedaggio saranno i turisti, al fine di ottenere il diritto di passaggio e permanenza a Sauris. il tutto allietato dal suono delle fisarmoniche. Partenza da uno stavolo sopra l’abitato di Lateis, discesa delle befane con le fiaccole fino al paese e incontro con la vecchia. Tradizionale falò e distribuzione vin broulè. ore 17:30

Grado – Arrivo delle varvuole LINK – Le Varvuole, streghe di mare, arrivano puntuali a Grado ogni 5 gennaio e per sempre arriveranno…Giungono a Grado con le barche di vetro per rapire i bambini e saccheggiare le case. L’unica difesa dei Gradesi casoneri è pregare e ungere le maniglie con l’aglio e cospargere le porte di acquasanta. Le Varvuole simboleggiano l’eterna paura del mare (che rappresenta sempre l’incognito) e le scorribande dei pirati Uscocchi, i feroci pirati dalmati (ragioni storiche). ore 17

Latisana – Foghera sul Tiliment – Lo spettacolo che ogni anno gli Amici della Foghera regalano al proprio pubblico è uno spettacolo suggestivo che ci riporta indietro nel tempo. Il sacro ed il profano collimano, i quattro elementi primordiali si fondono per dare vita alla celebrazione dell’Epifania in un continuum di simboli: il fuoco sacro, che porta via l’anno passato bruciando la “vecja”, giunge sulla terra nelle mani dell’uomo trasportato dall’acqua e dalla scia delle canoe. E le speranze dell’uomo per il nuovo anno volano scintillanti nell’aria fino a spegnersi nel cielo… ore 19:15

Gorizia – Pignarul – Quarto anno consecutivo per il pignarul  che si svolgerà zona artigianale  “delle Casermette” in via Montesanto, il falò epifanico verrà acceso dalle frecce infuocate scoccate da quattro arcieri del Falcone Arcoclub di Lucinico/Poggio Terzarmata; tra gli arcieri, anche Paolo Fantina che, nel gennaio 2014, ha inaugurato la tradizione dell’accensione con la freccia infuocata. ore 19:30

Tarvisio – Befane in piazza  -Intrattenimento con le befane intorno al falò dalle 17:30

Tarvisio Coccau – Durante la manifestazione minestrone, te, brulè e dolci per tutti dalle 17

Forni di sopra: la befana cul Firal – Insolita discesa della befana, che si calerà dal campanile di Cella, per distribuire i suoi doni a tutti i bambini. Dopo la S. Messa delle 18.00.

Arta Terme – La femenate – Antico rito legato al fuoco che si svolge durante il solstizio d’inverno, dove si brucia il pignarul. C/o la Cort di Flon ore 18.00 inizio festeggiamenti  con degustazione di vin brulè, sopes indorades e altri piatti della tradizione. Ore 20.30 arrivo dei Re Magi e della Stella. Ore 21.00 accensione del falò e pronostici per il nuovo anno.

Paularo – La femenate – Al calore della sera spettacolare rito del falò della Femenàte delle frazioni del comune. Il responso dell’annata è legato alla direzione delle faville. Rappresentazione epifanica nelle frazione di Villamezzo con l’arrivo dei Re Magi.

Cervignano – Fiaccolata della befana –  L’Associazione Nautica Cervignanese in collaborazione con Canoa Polo invita tutti i cittadini ad assistere alla più bella Befana della Bassa Friulana, accompagnata con fiaccole infuocate fino all’accensione del Pignarul. Polenta e salsiccia offerta a tutti i presenti.

Lignano: Epifania a Lignano – Piazzale Terrazza a Mare, ore 17.20 Arrivo della Befana dal Mare  Benedizione e accensione del Pignarûl distribuzione di dolci ai bambini Il Gruppo Alpini offre a tutti il dolce tradizionale dell ‘Epifania

Vermegliano – Seima – Tradizionale Seima 17:30

San Canzian d’Isonzo – Ore 19.00 seima dei bambini; ore 20.00 seima granda.

Turriaco – Seima sull’isonzo – Incendio sulle rive dell’Isonzo – Circolo Culturale e Ricreativo Don Eugenio Brandl, via Giuseppe Garibaldi, 2 Turriaco. 0481/470549

Barcis: Falò epifanico – Dalle ore 20.00 Falò Epifanico con vin brulè per tutti

Piancavallo – Befane in piazza – Befana in piazza con cioccolata per tutti; a seguire fiaccolata, falò e spettacolo pirotecnico – dalle 17:30

 

Pontebba: Befane sul ghiaccio – Serata di musica con Dj sul ghaiccio.

 

 

facebook
885