Bearzi

chievo-21Dopo la partita oscena di Marassi, a parte i primi 20 miunti giocati discretamente dalla squadra bianconera, non er aimpossibile prevederlo. Domenica mattina arriva l’ufficialità. Esonerato De Biasi, ritorna Marino.

E quindi Marino, esonerato dalla nevicata di dicembre alla vigilia del Cagliari torna alla guida dell’Udinese proprio alla vigilia del match con gli uomini di Allegri.

Fallimento quindi per la gestione De Biasi che, sinceramente, non sembrava aver capito i problemi dell’Udinese aldilà dei proclami (credo di aver capito perchè l’Udinese non fa punti in trasferta ma lo tengo per me) e che continuava a mantenere il profilo della gestione del gruppo con la carota e col sorriso mentre la barca stava affondando.

La gestione di De Biasi si conclude  con 6 punti in 7 partite di campionato con una sola vittoria, ottenuta contro il Napoli in 10 uomini con una prodezza di Di Natale al 90°; la squadra ha fatto 7 gol e ne ha subiti 11.

La gestione Marino, che però aveva anche dovuto fronteggiare numerosi infortuni (Pepe e Sanchez contemporaneamente) aveva fruttato 17 punti in 16 partite con 21 gol realizzati e 24 subiti.

La gestione De Biasi ha portato anche l’Udinese alla semifinale di Coppa Uefa dopo aver battuto il MIlan a San Siro per 1-0 e aver perso per 2-0 all’Olimpico contro la Roma. Ritorno il 16 aprile

La squadra intanto è tornata in silenzio stampa dopoil ko di Marassi mentre già scatta il toto11 per la partita interna contro il Cagliari.

Marino si riaffiderà al consolidato 433 o proverà il 442? Di certo non troverà più il fido D’Agostino a dirigere il traffico a centrocampo e questa sarà la prima scelta cruciale nella nuova gestione del mister marsalese.

La linea difensiva sarà composta sicuramente da Coda e Lukovic centrali con Pasquale a sinistra. A destra rimane il dubbio fra isla che ha smaltito la squalifica ma potrebbe andare in mediana, un eventuale recupero di Basta e la riproposizione di Cuadrado che però è sembrato ancora non pronto in fase difensiva mentre ha fatto vedere ottime cose quando spinge. A centrocampo il ruolo di centrale potrebbe essere affidato a Lodi (che Marino aveva però definito non pronto per questione di intensità)  o Sammarco mentre i due angeli custodi dovrebbero essere Asamoah e Inler, nonostante la prova incresciosa di Genova. Due possibili incognite: lo spostamento di Isla a centrocampo e il nuovo arrivato Badu. Davanti scontato l’utilizzo di Di Natale e Sanchez,  cui speriamo il Mister infonda un po’ più di conretezza e meno dribbling a vuoto, per il terzo posto se la giocheranno Floro Flores e Pepe che appare tuttavia in grade involuzione tecnica e mentale anche se il ritorno di Marino potrebbe galvanizzarlo. In panchina Marino si ritroverà anche Geijo, altro spilungone che no nsi confà al gioco proposto finora dal mister siciliano. Possibile lo spostamento a centravanti di Di Natale, mossa sperimentata già nelle ultime esperienze bianconere da Marino

NEL POMERIGGIO AGGIORNAMENTI DOPO LA CONFERENZA STAMPA CHE SI TERRA’ ALLE 12.45

INTANTO GUARDATE LE FOTO DELLA PARTITA GENOA – UDINESE

facebook

Lascia un commento

470