Euro 2020 ci siamo: a giugno l’inaugurazione a Roma

A giugno la squadra di Roberto Mancini esordirà all’Olimpico contro la Turchia nella prima gara valida per il girone A dell’Europeo. La squadra azzurra ha fatto tanta strada dalla prima partita di qualificazioni per gli europei giocata proprio a Udine, che fece già intendere su che impostazione di gioco e mentalità erano e sono Mancini e il proprio staff. 

Italia-Finlandia 2-0 al Friuli: i primi tre punti di una lunga serie

L’Italia ha concluso il proprio girone per le qualificazioni ai prossimi europei come prima, con dieci vittorie in dieci partite, stesso record riuscito soltanto al Belgio quest’anno. E se esperti, appassionati e quote delle scommesse calcio citano l’Italia fra le possibili vincitrici del torneo, una parte di ragione lo si deve anche ai risultati nel girone di qualificazione. Il primo di questi esaltanti risultati l’Italia lo ha ottenuto a Udine il 23 marzo 2019. Quella sera al Friuli decisivi sono stati i goal di Nicolò Barella e di Moise Kean, attualmente in forza al PSG. Quelle due reti già dimostravano all’epoca quale fosse il progetto di Roberto Mancini: una squadra giovane, veloce, che si prende le proprie responsabilità, che sa soffrire, ma che sa anche impostare il gioco. Quella partita d’esordio nel girone di qualificazione aveva garantito all’Italia di affrontare il match successivo con il Liechtenstein al Tardini di Parma con maggiore scioltezza. Il bilancio delle due partite di quel marzo è stato di otto reti realizzate, nessuna subita e sei punti in classifica. 

11 giugno esordio con la Turchia, poi la Svizzera e il Galles di Giggs

Nel frattempo da quella partita di Udine l’Italia si è anche qualificata per le semifinali di Nations League, ma per ottobre c’è tempo, mentre è imminente l’Europeo. Europeo al quale la nostra nazionale arriva già con tutti gli occhi puntati sopra, se non fosse per il fatto che lo stadio Olimpico è la sede dell’inaugurazione della manifestazione, e che l’11 giugno alle ore 21.00 Italia-Turchia, valida per il girone A, sarà la prima partita di tutta la competizione. Esordio in casa, quindi, cosa che ricorda un po’ la Coppa del Mondo ospitata in Italia, e che vide la nostra nazionale giocare le partite del girone proprio all’Olimpico di Roma. La seconda partita del girone sarà contro la Svizzera, avversario sempre ostico per i nostri colori, mentre l’avventura azzurra nel girone si concluderà il giorno 20 giugno alle ore 18.00 contro il Galles di Ryan Giggs. 

Giugno 2021 e ottobre potrebbero essere i mesi in cui tutto il lavoro svolto da Mancini, dalla FIGC, dallo staff e dai calciatori si consacrerà con una vittoria, o con un buon piazzamento. Se lo augurano i tanti tifosi azzurri che hanno voglia di gioire dopo due eliminazioni ai gironi dei Mondiali, una finale di un europeo persa, e una mancata qualificazione al Mondiale di Russia 2018. A giugno sapremo definitivamente la dimensione della nostra nazionale, che da Udine a Roma ha fatto comunque dei progressi enormi soli due anni di gestione Mancini. 

414