Bearzi

Euro Udinese!! Lazio KO con doppietta di Di Natale!!

stadio_gente

Classe, grinta e tanta qualità nel primo tempo – letteralmente dominato – e una capacità di soffrire come non mai nella difesa: sono gli ingredienti che hanno regalato ad una meravigliosa Udinese la vittoria in casa contro la Lazio e, con lo scontro diretto, il quarto posto e l’avvicinarsi all’Europa. Domenica si va a Verona, per un’altra battaglia sportiva, con la consapevolezza della grande prestazione fornita.

QUESTA SERA LE FOTO DA BORDOCAMPO !!!

Prima, ottima, azione di marca friulana già al 3’ con Isla che non trova il tempo giusto, su suggerimento di Di Natale, per battere a rete prima che Sanchez, a rimorchio, calci fuori di poco. Passano quattro giri d’orologio, poi, ed è uno strepitoso Muslera ad opporsi a Di Natale, in uno contro uno, innescato alla perfezione da Asamoah. La reazione laziale si concretizza in una bella azione personale di Hernanes che arriva fino al limite, ma fortunatamente non trova lo specchio. Ma è ancora l’Udinese ad avere una ghiottissima palla per passare, al 25’, quando Pinzi, su lancio di Sanchez, arriva fino in area di rigore, ma trova ancora uno strepitoso Muslera, in uscita bassa, a strozzargli l’urlo di gioia in gola. E di un soffio, davvero di un soffio, esce poi il pallone calciato, al 32’, da Di Natale, servito meravigliosamente da Isla, dall’altezza del dischetto del rigore. Ma il capitano può sbagliare, raramente, una volta, e non due, e così al 36’, quando Sanchez gli pennella in “scavetto”, una palla dentro l’area di rigore scarica un destro terrificante che buca Muslera per il vantaggio friulano. L’Udinese non molla la presa, continua a giocare e al 42’ raddoppia: palla meravigliosa di Sanchez per Isla, il cileno la stoppa e appoggia ancora a Di Natale che, dal limite dell’area, piccola appoggia in rete il suo ventottesimo sigillo personale e soprattutto il raddoppio bianconero!

La ripresa si apre con Reja che mischia le carte e manda in campo Scaloni al posto di Garrido. Zarate, siamo al 49’, spara altissimo dai 25 metri, due minuti dopo una grande “sgroppata” di Armero mette in condizione Isla di andare alla conclusione, troppo strozzata per impensierire l’estremo difensore laziale. Replica biancoceleste al 63’ con un colpo di testa, fuori misura, di Hernanes su cross di Lichtsteiner. La partita potrebbe riaprirsi al 21’ quando Angella stende in area l’appena entrato Rocchi. Per Rizzoli è rigore ed espulsione. Sulla palla va Zarate, ma Handanovic è strepitoso e neutralizza il sesto rigore della sua strepitosa stagione. Guidolin corre ai ripari ed entrano Ekstrand e Corradi per Sanchez e Di Natale, ma ad un quarto d’ora dalla fine è Kozak, più lesto di tutti, a rimettere in corsa la Lazio con una zampata sotto porta. E ancora l’ariete ceco, al 79’, va vicinissimo al pareggio quando di testa, da due passi, incoccia in pieno il palo di Handanovic che, all’82’, è strepitoso su Dias che colpisce di testa dall’area piccola. La Lazio riversa nell’area bianconera decine di cross, ma con le unghie, il sudore e con i denti l’Udinese vince. Strameritatamente. E “vede” l’Europa. Chapeau.

Marcatori. Al 36’ e al 42’ Di Natale. Nella ripresa, al 30’ Kozak.

Udinese (3-5-2). Handanovic; Benatia, Zapata, Angella; Isla, Badu, Pinzi, Asamoah, Armero (47’st Pasquale); Sanchez (22’st Ekstrand), Di Natale (25’st Corradi). (A disposizione: Belardi, Cuadrado, Abdi, Denis). All. Guidolin.

Lazio. (4-2-3-1). Muslera; Lichtsteiner, Biava, Dias, Garrido (1’st Scaloni); Brocchi, Matuzalem; Gonzales, Hernanes (20’st Kozak), Floccari (20’st Rocchi); Zarate. (A disposizione: Berni, Del Nero, Bresciano, Sculli). All. Reja.

Arbitro. Rizzoli di Bologna (Faverani e Stefani – IV°uomo: Giannoccaro).

Note. Espulso: al 21’st Angella per aver interrotto una chiara occasione da rete. Ammoniti: Brocchi, Scaloni, Biava, Kozak, Pinzi e Badu. Angoli: 6-2 per la Lazio. Recupero: 0’ e 4’. Spettatori: 22 mila 044.

Fonte udinese.it

facebook

Lascia un commento

284