Bearzi

Expo 2015: il Friuli si mette in campo con una piattaforma commerciale

expoUdine, 30 marzo 2015 – L’esposizione universale che si terrà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre  diventerà anche l’occasione per far conoscere al mercato turistico globale il Friuli Venezia Giulia. Il portale WonderfulExpo2015.info, sarà una vetrina mondiale sui prodotti turistici e sulle bellezze locali.
L’agenzia TurismoFVG ed Explora, il tourism board ufficiale di Expo 2015, hanno presentato oggi all’auditorium della Regione le opportunità che vengono offerte agli operatori locali grazie alla sottoscrizione dell’accordo che permette alla regione di diventare a pieno titolo una destinazione Expo 2015. Da oggi quindi gli operatori turistici potranno aderire alla piattaforma commerciale e usufruire delle azioni promozionali che Explora sta mettendo in campo.
AGOSTINO MAIO, referente Expo della Regione, ha posto l’accento su questa irrinunciabile opportunità di crescita, sottolineando al contempo la scelta della Regione FVG di investire più risorse sulle azioni che comportano una maggiore ricaduta sul territorio – e quindi sul territorio stesso – che sulla mera la partecipazione all’Expo di Milano per i sei mesi. MICHELE BREGANT, direttore di TurismoFVG, ha invece presentato le 10 destinazioni che rendono attraente la regione per il visitatore Expo. E’ stato poi JOSEP EJARQUE, direttore generale di Explora, a illustrare le opportunità che si aprono ora per gli operatori turistici.
IL Friuli Venezia Giulia – è emerso – è una delle poche mete inserite nel portale perché ha le caratteristiche di prodotto e sistema turistico che interessano al visitatore di Expo. Il portale serve per facilitare il business, per programmare la vacanza in Friuli Venezia Giulia e fare in modo che il cliente possa scegliere, organizzare e costruire in autonomia il suo pacchetto turistico. Con questa piattaforma, e grazie alla sottoscrizione dell’accordo che abbatte della metà il costo degli operatori per essere presenti con la propria offerta, la regione potrà essere conosciuta a mercati potenziali che prima nemmeno sapevano della sua esistenza.
Il turista che viene in Italia per Expo, coglie l’occasione per visitare altre mete: per questo è importante sia indirizzato. Si prevede che rimanga 4 giorni in Italia, di cui solo uno a Milano; è interessato alla scoperta tematica/esperienziale di altri territori: vuole fare, toccare, sentire, portarsi qualcosa a casa, assaporare la dimensione dell’autenticità, ricerca e vuole informazioni e proposte. E’ importante la motivazione di viaggio (enogastronomia, vino, cultura). Il 40% turisti Expo è il cosiddetto turista leisure, viaggia con la famiglia, è giovane e dinamico, circa il 22% sono coppie di media età, 2% di età avanzata, molte le donne (11%) che viaggeranno con figli e amiche, il 9% sono giovani. Si prevede che la maggior parte dei turisti (53%) visiteranno l’Expo tra settembre e ottobre; maggio e giugno sarà visitato soprattutto da viaggiatori internazionali. Buone proiezioni di arrivo si registrano in particolar modo da Stati Uniti, mercato cinese e giapponese.

facebook
526