FaberLogoCon l’arrivo di febbraio come ogni anno il Folk Club Buttrio propone una interessantisima rassegna musicale intitolata all’indimenticabile Fabrizio De Andrè. I concerti spaziano su tutto il territorio provinciale e oltre proponendo artisti di diversa estrazione musicale. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di musica d’autore

  • 7 FEBBRAIO – San Giorgio di Nogaro – Villa Dora – Giua e Armando Corsi – Ingresso libero
  • 8 FEBBRAIO – Gorizia – Kulturni Dom – Giua e Armando CorsiInteri € 10.00 – Ridotti € 8.00

Giua è cantautrice e interprete, allieva del chitarrista Armando Corsi. Nelle sue canzoni passa con rara delicatezza da tematiche intime e profonde a slanci ironici, e le interpreta con passione ed intensità, mostrando sicurezza ed uno stile già ben riconoscibile.

Corsi nasce nella vecchie osterie di Genova, tra ballate dialettali e brani classici e tanta attenzione per Joao Gilberto, Jobim, Piazzolla. Poi le collaborazioni, da Paco De Lucia e Anna Oxa, dalla Vanoni a Fossati, con il quale condivide quattro anni di tournèe.
Lo stile è personalissimo, caratterizzato da sincerità e passione non comuni; una tecnica chitarristica stupefacente che non si esprime mai in un esercizio fine a se stesso: trasmette semmai un’ansia, un pathos che non lasciano indifferenti.

  • 13 FEBBRAIOore 17.30 – Remanzacco – Auditorium Da Cesare – Rocco Rosignoli + Viaggiatori di passaggio – Interi € 10.00 – Ridotti € 8.00

Rocco Rosignoli Cantautore da sempre, ha pubblicato un cd e sta per uscirne un altro. Cerca sempre di suonare dal vivo il più possibile, e di portare le sue canzoni ovunque: locali, manifestazioni, festival, concorsi.Per certi versi si ispira al De André di ‘Creuza de Ma’ e altri lavori di Mauro Pagani, ma anche ai componimenti di Mauro Palmas, grande cordista sardo. Riferimenti cantautorali significativi, oltre a De André, sono Cohen, Cave, Manfredi, Dylan, Guccini. Ha pubblicato libri di poesia ed ora sta ultimando un nuovo cd, che parlerà dell’immaginario horror in diverse sue declinazioni.

I viaggiatori di Passaggio sonoun  gruppo dal nome intrigante e costituito da artisti provenienti da varie esperienze musicali che, mossi dall’amore per la musica d’autore italiana, decidono di realizzare un progetto dedicato ad alcuni dei più grandi cantautori italianGruppo dal nome intrigante e costituito da artisti provenienti da varie esperienze musicali che, mossi dall’amore per la musica d’autore italiana, decidono di realizzare un progetto dedicato ad alcuni dei più grandi cantautori italiani. Lo spirito che anima il progetto è quello di riproporre i brani facendoli propri, con arrangiamenti che prevedono l’utilizzo di strumenti anche diversi dall’originale pur sempre nel rispetto delle partiture e delle sonorità acustiche proprie di ogni brano. Alcuni dei più bei brani di De André, Lauzi, De Gregori ed altri ancora affidati alle voci collaudate della Errico  ed Ursino  e ad un organico strumentale al quale partecipa, quasi al completo, l’interessante ensemble Clobeda’s

  • 18 FEBBRAIO – Reana – Auditorium PIgani – Priska + Anime Salve – Interi € 8.00 – Ridotti € 6.00

Priska è una cantautrice friulana, ma di madrelingua francese, Priska è una giovane artista di formazione classica (è diplomata in chitarra) che si muove al confine tra sonorità cantautorali e folk, echi di musica antica e arrangiamenti essenziali.  Profondi i contenuti che lei propone e non impone mai, assumendo caratteristiche tipiche delle grandi song internazionali, mentre sa così poco del panorama nostrano, anche con riferimento ai migliori episodi del cantautorato femminile.

I “Faber Days” si concludono nel giorno del compleanno di De André: cosa c’è di meglio che ricordarlo con le sue indimenticabili canzoni? Come formazioni simili nate in tutt’Italia nel nome di Faber, il gruppo Anime Salve è nato, un po’ per caso e un po’ per volontà, dalla comune passione di un gruppo di amici per la musica e il percorso personale di Fabrizio De André. Così nel 2001 hanno cominciato a suonare, prima nelle feste locali lungo la Valcellina e poi anche fuori dalla regione, dall’Emilia alla Toscana. Il gruppo è oggi composto da sei musicisti ma in alcune occasioni si è avvalso e si avvale della collaborazione di musicisti locali di grande valore come il batterista Giorgio Zanier, la violinista Lucia Clonfero, il fisarmonicista Gianluca Mazzega, i bassisti Flavio Zanon e Daniele Santin, il percussionista Claudio Mazzer e la cantante Gabriella De Cesco. Propongono tutto il repertorio di De André seguendo gli arrangiamenti dei suoi Concerti, in particolare quelli con la PFM e quelli del 1991, mettendo particolare attenzione alla riproposizione delle sonorità etniche, con l’utilizzo di bouzouki, launeddas, flauti di vario tipo e percussioni.

Lascia un commento

872