Bearzi

FAI Marathon – maratona culturale fra le città – tutti i capoluoghi – 21 ottobre

Domenica 21 ottobre 2012 non perdere la FAIMARATHON, l’unica maratona che si corre con gli occhi promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e Il Gioco del Lotto.

Per partecipare alla FAIMARATHON non serve essere sportivi ma è necessario avere la voglia di lasciarsi soprendere dalle bellezze della nostra Italia: la FAIMARATHON è una maratona culturale, un percorso tra strade, piazze e monumenti di 70 città italiane, nato per mettere in luce la bellezza che non siamo abituati a osservare: quella dei luoghi in cui viviamo.

Fra le numerose tappe della maratona si potranno ammirare anche alcuni monumenti restaurati grazie a Il Gioco del Lotto.

Se ti iscrivi alla FAIMARATHON contribuirai a tutelare l’Italia più bella: quella dell’arte, del paesaggio e della natura. Io LOTTO per un’Italia più bella. Tu che FAI? Partecipa al sondaggio promosso da Il Gioco del Lotto!

Il giorno della FAIMARATHON alla tappa di partenza riceverai lo zainetto, la pettorina da vero maratoneta, la cartolina con tutte le tappe, l’adesivo della campagna “Ricordati di salvare l’Italia”, un buono omaggio di ingresso in uno dei Beni FAI (valido per una persona) e se completerai il percorso potrai ricevere il coloratissimo foulard del FAI!

Contributo FAI per la partecipazione individuale euro 5,00 – famiglia euro 8,00

GORIZIA

Partenza da Stazione Ferroviaria
Piazza Martiri Libertà d’Italia, 1  Partenza Domenica 21 ottobre, dalle ore 11.00
Numero tappe: 11  Arrivo a Stazione Ferroviaria  Piazza Martiri Libertà d’Italia, 1Iscrizione

È possibile iscriversi alla Maratona online subito, oppure in loco alla partenza, oppure dal 2 ottobre presso il Punto FAI di Gorizia – Libreria Antonini, Corso Italia, 51/A
(ogni martedì, ore 17.00 – 18.00) Tra le tappe…

…Stazione Transalpina. In fondo alla via Caprin sorge in territorio sloveno la Stazione della Transalpina, fu progettata da Robert Seling con una certa esuberanza di fregi nell’ordine superiore, e nella pianta. La sua eleganza studiata va riconosciuta nelle molte altre stazioni distribuite lungo la linea, tutte diverse tra di loro. La linea ferroviaria della Transalpina fu realizzata dall’impresa del friulano Ceconi, a cui si deve il ponte in pietra di Salcano ad un’unica campata. La Stazione fu inaugurata il 19 luglio 1906 dall’arciduca Francesco Ferdinando. Nel 2004, all’ingresso della Slovenia nell’Unione Europea, venne abbattuto il muro di confine tra Italia e Slovenia. A ricordo dell’avvenimento fu posta una pavimentazione circolare a mosaico sul piazzale antistante.

PORDENONE

Partenza da Piazzetta del Municipio (Loggia)
Domenica 21 ottobre, dalle ore 10.30
Numero tappe: 10

Iscrizione
È possibile iscriversi alla Maratona online subito, oppure in loco alla partenza, oppure dal 2 ottobre, presso il Punto FAI – Galleria San Giorgio, Via Mazzini 57 ore17.00 – 20.00
Tra le tappe…
…La Villa Correr Dolfin, che fu costruita nella seconda metà del Seicento nella frazione di Rorai Piccolo, si presenta come un elemento architettonico importante e massiccio, unico in provincia, che risalta nel paesaggio campestre circostante. La villa, a pianta quadrata, presenta un corposo edificio principale, con trifore con poggiolo al primo piano, e un a bassa sopraelevazione. Usata prevalentemente come magazzino, contiene al suo interno pitture murali; la parte abitativa era stata realizzata nella barchessa.
La sua presenza era giustificata dalla consistente attività economica che la famiglia dei Correr, veneziani e proprietari, effettuava nella gestione dei corsi d’acqua per la fluitazione del legname. Ne è traccia il canale Brentella che passa vicino alla villa e che serviva per trasportare i tronchi di faggio dalla Pedemontana al porto fluviale di Dogana di Vallenoncello. L’edificio, di significativa rilevanza storica, si erge all’interno di un vasto parco dove, approfittando di una polla di risorgiva,è stato realizzato un laghetto circolare. Il piccolo oratorio, il lungo muro di cinta di ciottoli a secco della prima metà del ‘700 e l’ampia area prativa, lo completano paesaggisticamente.

TRIESTE
Partenza da Loggia del Municipio – Porta Cavana
Piazza Unità d’Italia Partenza
Domenica 21 ottobre, dalle ore 11.00
Tra le tappe: Museo Revoltella (biglietto ingresso gratuito) e
Museo del mare (ingresso ridotto e apertura prolungata)
Numero tappe: 10
Arrivo a Stazione di Campo Marzio – Via Giulio Cesare

Iscrizione
È possibile iscriversi alla Maratona online subito, oppure in loco alla partenza, oppure dal 1 ottobre 2012 presso: Punto FAI Caffè Verdi, Piazza Verdi (ogni lunedì, ore 10.30 – 11.30); Cividin Viaggi, Via Imbriani, 11 (durante gli orari d’apertura)
Tra le tappe…
Spesso, per ritornare alla mia casa, prendo un’oscura via di città vecchia. Giallo in qualche pozzanghera si specchia qualche fanale, e affollata è la strada… da “Città vecchia” di Umberto Saba
Per la maratona triestina non è stato scelto un percorso turistico tradizionale, non c’è San Giusto, non c’è Miramare, non c’è il Faro della Vittoria; ci sono le vie e viette percorse e descritte da Svevo e Saba, ci sono i palazzi simbolo del “civile decoro” neoclassico, c’è il fascino di “rena vecia”, l’essenza di quello che Trieste è diventata, una perla dimenticata. Ciò non significa che la Trieste monumentale non sia importante, al contrario, ma come i scuri roti di via Trauner, la mama dei gati del Puntini e l’arco di Riccardo, angoli della città che parlano, in qualche modo.

UDINE
Partenza da Portico di Via Vittorio Veneto, 6
Domenica 21 ottobre, ore 10.30 – 11.00
Numero tappe: 10
Arrivo a Portico di Via Vittorio Veneto, 6

facebook

Lascia un commento

541