FEFF 24: programma di giovedì 28 aprile. Arrivano Kingmaker e Missing!?

Quante possibilità ci sono per un politico onesto e idealista di spezzare, democraticamente, una dittatura? Questa domanda è il detonatore narrativo del capolavoro sudocoreano Kingmaker di Byun Sung-hyun, uno dei film più attesi della sesta giornata del Far East Film Festival 24 e anche della line-up 2022. 

Siamo in Corea, negli anni ‘70, e la campagna elettorale infuria. Kim Woon-bum si muove secondo le strategie del geniale spin doctor Seo Chang-dae, ma quando il tirannico Presidente Park Chung-hee e il suo staff iniziano a giocare sporco, la linea si separazione tra “essere machiavellici” ed “essere etici” diventa labile. Il fine giustifica sempre i mezzi? Dramma teso e appassionante, vicino per simmetria tematica alle Idi di Marzo di Clooney, Kingmaker(a Udine in anteprima europea) parla di ieri e sembra parlare di oggi: ragion di stato, colpi bassi, duelli mediatici, costruzione del consenso popolare… 

L’attesa, ovviamente, è altissima anche per il thriller giapponese-sudcoreano Missing di Katayama Shinzo (già assistente alla regia di Bong Joon-ho). La trama? Un uomo, depresso e indebitato, confessa alla figlia adolescente di voler riscuotere la taglia su uno spietato serial killer. La ragazza pensa che stia scherzando, ma poco dopo il padre scompare e lei inizia le ricerche. Utilizzando la grammatica del thriller, Missing esplora con brutalità e sconvolgenti svolte narrative la natura umana…

Tra i 9 titoli in programma, è assolutamente d’obbligo citare almeno l’anteprima europea di Just Remembering di Matsui Dago, dedica dichiarato a Taxisti di notte di Jarmusch, la versione restaurata del vecchio cult The Heroic Trio di Johnnie To e l’irresistibile wuxia hongkonghese Legendary in Action di Justin Cheung e Li Ho: un omaggio agli eroi e alle maestranze della settima arte che il FEFF 24 presenta in anteprima mondiale.

Ore 8.30

CAFFÈ, GIORNALI E NOTIZIE DALL’ASIA

Rassegna stampa internazionale con Giulia Pompili (Il Foglio) e Francesco Radicioni (Radio Radicale).

Ore 9.00

LEGENDARY IN ACTION!

Regia di Justin CHEUNG, LI Ho

(Hong Kong, 2022)

Un omaggio agli eroi e alle maestranze della settima arte.

Ore 11.00

INCONTRI/TALKS

Paolo Bertolin e Baz Poonpiriya (regista di One for the Road) in una conversazione sul cinema thai.

Ore 11.00

MANCHURIAN TIGER

Regia di GENG Jun

(Cina, 2022)

Pervasa da un umorismo glaciale, la grottesca black comedy che ha trionfato al festival di Shanghai.

Ore 11.50

INCONTRI/TALKS

Michael Werner coordina un approfondimento a più voci sul cinema di Hong Kong.

Ore 14.00 – Visionario

SLINGSHOT

Regia di Brillante MENDOZA

(Filippine, 2007)

Ore 14.45

SCHEMES IN ANTIQUES

Regia di Derek KWOK

(Hong Kong/Cina Continentale, 2021)

Un irresistibile adventure-mystery!

Ore 17.10

JUST REMEMBERING 

Regia di MATSUI Daigo

(Giappone, 2021)

Tra momenti

brillanti e molte strette al cuore, un omaggio dichiarato a Taxisti di notte di Jarmusch.

Ore 17.15 – Visionario

THE HEROIC TRIO

Regia di Johnnie TO

(Hong Kong, 1993/2022)

Ore 17.30 

SOTTO LO STESSO CIELO

Approfondimenti giornalistici sull’Asia

Giulia Pompili (Il Foglio) modera l’incontro Cina, Taiwan e l’identità cinese con Eugenio Cau (giornalista del Post), Filippo Santelli (giornalista di Repubblica) e la scrittrice Zhang Lijia.

Ore 19.20 – Visionario

TERRORIZERS

Regia di HO Wi-ding

(Taiwan, 2021)

A Taipei le esistenze di un gruppo di giovani si intrecciano intorno a un tragico atto di violenza. Tra realtà virtuale, violenza reale e notturni di Chopin, HO Widing propone una cupa riflessione sull’umanità attuale.

Ore 19.30

KINGMAKER

Regia di BYUN Sung-hyun

(Corea del Sud, 2022)

Quante possibilità ci sono per un politico onesto e idealista come Kim Woon-bum di spezzare, democraticamente, la dittatura del presidente Park? Siamo in Corea, negli anni ‘70, e la campagna elettorale infuria. Kim si muove secondo le strategie del geniale spin doctor Seo Chang-dae, ma quando gli avversari iniziano a giocare sporco, la linea si separazione tra “essere machiavellici” ed “essere etici” diventa labile.

Ore 21.55

MISSING

Regia di KATAYAMA Shinzo

(Giappone/Corea del Sud, 2021)

Un uomo, depresso e indebitato, confessa alla figlia adolescente di voler riscuotere la taglia su uno spietato serial killer. Sua figlia pensa che stia scherzando, ma poco dopo suo padre scompare e lei inizia le ricerche. Utilizzando la grammatica del thriller, Missing esplora con brutalità e sconvolgenti svolte narrative la natura umana…

614