Bearzi

Ferriera: Regione, ordinanza Tar Fvg acclara prescrizioni adempiute

Udine, 12 gen – E’ volontà precipua della Regione che ogni
passaggio relativo all’attuazione dell’Accordo di programma sulla
Ferriera sia attuato con precisione e nella massima trasparenza,
nell’interesse primario del recupero ambientale, della salute di
abitanti e lavoratori, di una riconversione industriale
sostenibile. L’ordinanza del Tribunale amministrativo regionale
acclara che il punto in discussione è stato eseguito nel rispetto
delle regole, ed è auspicio della Regione che questo indirizzo
sia perseguito anche in futuro.

Con l’ordinanza n. 13/2017 del 11.1.2017 il Tar del Friuli
Venezia Giulia si è infatti pronunciato sulla sospensiva proposta
dalla Siderurgica Triestina srl avverso l’ordinanza comunale del
10.11.2016 con la quale, “nelle more dell’emanazione del
provvedimento conclusivo di accertamento del completamento degli
interventi strutturali per l’altoforno di cui all’art. 7 del
capitolo A-condizioni preliminari dell’allegato B del decreto AIA
n. 96/2016”, si intimava alla stessa società di mantenersi al di
sotto del limite di produzione ghisa di 34.000 tonnellate.

Il provvedimento del Tar è stato adottato sulla base del decreto
del Direttore del Servizio tutela da inquinamento atmosferico,
acustico ed elettromagnetico dd. 22.12.2016, n. 2955 avente ad
oggetto l’accertamento del completamento da parte di Siderurgica
Triestina srl degli adempimenti di cui ai punti 1.2, 1.3 e 1.4
dell’allegato B, parte B del decreto n. 96/AMB dd. 27.1.2016,
depositato dalla Regione in data 23.12.2016 che, in esecuzione
della ordinanza del medesimo Tar, aveva accertato il
completamento dei prescritti adempimenti.
ARC/Com

Powered by WPeMatico

facebook
666