Ferrovie: al via studio su riapertura Sacile-Gemona

binario ferrovia
Regione Friuli Venezia Giulia, le due Comunità montane del Friuli Occidentale e del Gemonese, Canal del Ferro e Val Canale, la Fondazione Cassa di risparmio di Udine e Pordenone e la Ferrovie Udine Cividale (Fuc) hanno formalmente siglato oggi a Udine il protocollo d’intesa per la realizzazione dello studio di fattibilità, a cura della stessa Fuc, per una valutazione economico-finanziaria sulla riattivazione della linea ferroviaria Sacile-Gemona.

Il documento, che impegna Ferrovie Udine Cividale a predisporre questo studio nel tempo massimo di 150 giorni (dunque entro maggio 2015), è stato sottoscritto dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Mariagrazia Santoro, dai presidenti delle Comunità, Andrea Carli e Aldo Daici, dal presidente della fondazione Lionello D’Agostini e dell’amministratore unico di Fuc Maurizio Ionico. Le risorse per realizzare lo studio di fattibilità ammontano a complessivi 40 mila euro, che saranno messi a disposizione dalle Comunità montane e dalla Fondazione Crup, con un contributo di 10 mila euro ciascuna, e per la restante parte ricomprese nel trasferimento annuale della Regione alla stessa Ferrovie Udine Cividale. “Apriamo, grazie alla stipula di questo protocollo, un percorso serio e puntuale di approfondimento per valutare tutte le possibilità di riapertura della Sacile-Gemona”, ha sottolineato Santoro. La tratta è stata disattivata nel luglio 2012.

732