Festival della Canzone FVG. Premio Città di Grado

grado_1.jpgVenerdì 21 agosto 2009, alle ore 21, verrà proposta la sesta Edizione del “Festival della Canzone del Friuli Venezia Giulia – Premio Città di Grado”, manifestazione inserita nell’ambito della programmazione estiva presso il “Teatro Parco delle Rose” di Grado.
Più di settanta artisti si alterneranno sul palcoscenico per dar vita all’importante evento musicale che ha lo scopo di dare l’opportunità al turista ospite di apprezzare e conoscere meglio la grande ricchezza di musicalità popolare e la varietà di tipologie musicali e idiomi presenti nella nostra Regione.
Le canzoni prime classificate nell’ultima edizione dei più importanti Festival regionali (Festival del Canto Friulano, Festival della Canzone Gradese, Cantafestival de la Bisiacaria, Festival della Canzone Triestina), si contenderanno il “Premio Città di Grado 2009” per la migliore canzone dialettale del F.V.G.
Il “Premio Città di Grado 2009 alla carriera” questo anno viene conferito a uno dei miti della canzone italiana: BOBBY SOLO. L’artista, di origini triestine e istriane, è considerato uno dei “grandi” della musica leggera italiana: i suoi successi sono conosciutissimi in tutto il mondo. Il grande exploit lo ebbe, per la prima volta, quando portò alla ribalta sanremese un brano destinato a fare storia: “Una lacrima sul viso”. La carriera di Bobby, sulla spinta di quel clamoroso successo, ebbe quindi un andamento costantemente segnato da successi: ”Se piangi, se ridi (vincitore di Sanremo ’65), “Non c’è più niente da fare”,”Zingara”(vincitore di Sanremo ’69) “Gelosia”….Ancora oggi, Bobby Solo prosegue il suo splendido rapporto con il pubblico facendo concerti in ogni parte d’Italia e all’estero, sempre con grande impegno e rinnovato successo.
Altri ospiti saranno GIANFRANCO SALETTA e MIANI: Gianfranco Saletta è un attore popolarissimo essendo stato il protagonista di numerose Compagnie Teatrali, in oltre 40 anni di attività. Ha partecipato anche a numerosi film di successo (Va’ dove ti porta il cuore, La coscienza di Zeno…)e ha interpretato magistralmente, con la sua voce inconfondibile, vari personaggi legati al mondo delle”Maldobrie” di Carpinteri e Faraguna; e proprio dalle opere dei due grandi autori triestini “La compagnia teatrale per il dialetto”, composta dallo stesso Saletta e da Mariella Terragni, proporrà alcuni dei più conosciuti ed esileranti brani. Prosa e canto accompagnati al pianoforte dal M° Livio Cecchelin
Miani è stato un cantante popolarissimo negli anni ’80 per aver partecipato con successo a 2 edizioni del Festival di Sanremo; nel 1985 vinse il Festival nella categoria Nuove proposte. Ancor oggi è l’unico friulano ad essersi affermato nella kermesse sanremese; fu ospite, all’epoca, delle più importanti trasmissioni televisive nazionali(Domenica in, Pronto Raffaella, Fantastico).
Attualmente è ancora in piena attività artistica con numerosi concerti in Italia e all’estero: molte le sue affermazioni in Canada e negli Stati Uniti dove spesso viene invitato come ospite in importanti manifestazioni. Ultimamente l’artista ha composto e prodotto varie canzoni in lingua friulana e slovena, che proporrà durante la serata del Festival, unitamente al brano “Tu vivi nell’aria”destinato a diventare una Hit a livello europeo.
Durante il Festival è previsto, nell’ottica di dare un giusto spazio alle espressioni delle varie peculiarità culturali, artistiche e storiche di Grado, l’inserimento di un breve programma legato alla Città lagunare; verrà eseguita per la prima volta e in esclusiva per il Festival il brano “L’Isola del Sole” canzone vincitrice del Festival Internazionale di Grado del 1958.
Nell’”angolo” gradese verrà anche dato spazio ad alcuni giovanissimi talenti gradesi (musica e ballo) che sicuramente faranno intuire al pubblico la particolare verve artistica dei gradesi, presente già in tenerissima età.
La manifestazione sarà condotta da Dario Zampa, Leonardo Tognon, Fulvio Marion e la giovanissima Zulejka (Miss Padania 2007).
Durante lo svolgimento del Festival verranno proiettate su uno schermo gigante le immagini più suggestive di Grado e della nostra Regione, sonorizzate dai vari brani interpretati dagli artisti sul palcoscenico; in tal modo lo spettatore potrà intuire meglio il magico connubio tra le canzoni proposte e le peculiarità del territorio di origine di ognuna di esse.
L’INGRESSO E’ GRATUITO; l’evento, infatti, fa parte del pacchetto di offerte turistiche che vengono proposte agli ospiti dell’Isola dal Comune di Grado, da Turismo F.V.G. e GIT di Grado, con il patrocinio della Regione.
La produzione e realizzazione del Festival è di Roberto Montanari; il coordinamento artistico è di Dario Zampa, Fulvio Marion e Leonardo Tognon.
In allegato forniamo il programma dettagliato della manifestazione, nonché i titoli dei brani in gara, con i relativi interpreti e alcune foto degli ospiti.

Festival della Canzone del Friuli Venezia Giulia
PROLOGO: OMAGGIO A PASOLINI
In apertura del Festival, ci sarà un omaggio a Pier Paolo Pasolini, artista poliedrico e controverso, nato a Casarsa, che ha saputo descrivere la sua epoca giorno dopo giorno. Verranno proposte al pubblico alcune delle sue liriche musicate e interpretate dal cantautore Dario Zampa. L’incipit della Sesta Edizione del Festival del Friuli Venezia Giulia sarà dunque dedicato a uno degli intellettuali più discussi, ma anche più amati del Novecento.
IL CONCORSO
Le canzoni prime classificate dell’ultima edizione dei più importanti Festival regionali (Festival del Canto friulano, Festival della Canzone Gradese, Cantafestival de la Bisiacaria, Festival della Canzone Triestina), si contenderanno il “Premio Città di Grado” per la migliore canzone dialettale del Friuli Venezia Giulia. I brani saranno votati da una giuria di esperti, nonché dal pubblico presente allo spettacolo.
OSPITI:
BOBBY SOLO “Premio Città di Grado 2009” alla carriera
Il “Premio Città di Grado alla carriera” viene conferito a uno dei miti della canzone italiana: BOBBY SOLO. L’artista, di origini triestine e istriane, è considerato uno dei “grandi” della musica leggera italiana: i suoi successi sono conosciutissimi in tutto il mondo. Il grande exploit lo ebbe, per la prima volta, quando portò alla ribalta sanremese un brano destinato a fare storia: “Una lacrima sul viso”.La carriera di Bobby, sulla spinta di quel clamoroso successo, ebbe quindi un andamento costantemente segnato da successi: ”Se piangi, se ridi (vincitore di Sanremo ’65), “Non c’è più niente da fare”,”Zingara”(vincitore di Sanremo ’69) “Gelosia”….Ancora oggi, Bobby Solo prosegue il suo splendido rapporto con il pubblico facendo concerti in ogni parte d’Italia e all’estero, sempre con grande impegno e rinnovato successo.
GIANFRANCO SALETTA e Il Gruppo Teatrale per il dialetto
Gianfranco Saletta è un attore popolarissimo essendo stato il protagonista di numerose Compagnie Teatrali, in oltre 40 anni di attività. Ha partecipato anche a numerosi film di successo (Va’ dove ti porta il cuore, La coscienza di Zeno…)e ha interpretato magistralmente, con la sua voce inconfondibile, vari personaggi legati al mondo delle”Maldobrie” di Carpinteri e Faraguna; e proprio dalle opere dei due grandi autori triestini “La compagnia teatrale per il dialetto”, composta dallo stesso Saletta e da Mariella Terragni, proporra alcuni dei più conosciuti ed esileranti brani. Prosa e canto accompagnati al pianoforte dal M° Livio Cecchelin.
MIANI
Cantante popolarissimo negli anni ’80 per aver partecipato con successo a 2 edizioni del Festival di Sanremo; nel 1985 vinse il Festival nella categoria Nuove proposte. Ancor oggi è l’unico friulano ad essersi affermato nella kermesse sanremese; fu ospite, all’epoca, delle più importanti trasmissioni televisive nazionali( Domenica in, Pronto Raffaella, Fantastico…).
Attualmente è ancora in piena attività artistica con numerosi concerti in Italia e all’estero: molte le sue affermazioni in Canada e negli Stati Uniti dove spesso viene invitato come ospite in importanti manifestazioni. Ultimamente l’artista ha composto e prodotto varie canzoni in lingua friulana e slovena, che proporrà durante la serata del Festival, unitamente al brano “Tu vivi nell’aria”destinato a diventare una Hit a livello europeo.
FOLCLORE GRADESE
Durante il Festival è previsto, nell’ottica di dare un giusto spazio alle espressioni delle varie peculiarità culturali, artistiche e storiche di Grado, l’inserimento di un breve programma legato alla Città lagunare; verrà eseguita per la prima volta e in esclusiva per il Festival il brano “L’Isola del Sole” canzone vincitrice del Festival Internazionale di Grado del 1958. L’orchestrazione del brano è stata eseguita seguendo fedelmente le partiture musicali dell’epoca: l’esecuzione è affidata al cantante Gianni Camuffo; sarà accompagnato daL Coro “Gravo Canta”, dai solisti M.Destro, Claudio e Gian Marchesan, F. Gregori, O. Gregori, R. Gordini e dai musicisti G. Pastoricchio, G. Polo, T. Regolin, con la direzione artistica di FerruccioTognon.
Nell’”angolo” gradese verrà dato spazio ad alcuni giovanissimi talenti gradesi (musica e ballo) che sicuramente faranno intuire al pubblico la particolare verve artistica dei gradesi, presente già in tenerissima età. Marta Chiusso al pianoforte, Elena Marchesan, Ruggero Castello, Giulia Lugnan e Samuel Pozzetto per il ballo.

QUESTE LE CANZONI IN GARA ( IN ORDINE DI APPARIZIONE):
• NE DEDICHE AL CJANT D’AMOR (di Ilva Valusso) canta Cristina Virco
• ‘NA CANTADA IN COMPAGNIA (di Nicola Grigolon) cantano: Niky Grigolon e Carlo Marzaroli
• SOTO EL SVENTOLAR DE LA BIANCARIA (di Livio Greco e Gaetana Rossi Giorgi) canta: Francesca Marchi
• CANTO PER TI (di Norina Dussi Weiss) cantano: Manuela e Michela

• MI PLASARES TORNA’ (di David Bensa e Mauro Vidoni) canta: David Bensa
• I ME A’ ASSUNTO IN SPIAGIA (di Aldo Tognon) cantano: Gabriele Bottin e Gianluca Pastoricchio
• MACHINE (di Giuliano Gon e Livio Glavich) canta. Roberto Bertogna
• NO PARTIR (di Maria Grazia Detoni Campanella) cantano. Four Friends Quartet

• IACUMINA (di Enea Pellizzotti) canta: Enea Pellizzotti
• N QUII ULTIMI MUMINTI ( di Sebastiano Corbatto e Gian Nicola Corbatto) canta: Seba Corbatto
• RONCHI DANCE (di Roberto Bonini) cantano: Diletta Pettorossi e Marta Donnini
• NO VOLEVO LA VINJETA (di Riccardo Valente e Davide Chersicla) cantano: I Sardoni Barcolani Vivi

Lascia un commento

902