Webcam

subsonica1.jpgDal 4 al 6 luglio prenderà il via la 9^ edizione di Fiera della Musica, una delle manifestazioni musicali più attese e conosciute nella nostra regione.Anche quest’anno è stata confermata la formula che già da alcune edizioni ha caratterizzato il festival: tre giorni di ottima musica con grandi star nazionali ed internazionali in una full immersion musicale, pensata per ogni appassionato di musica, e che comprende diverse iniziative, come il concorso per gruppi emergenti, la mostra-mercato del disco usato e da collezione, il mercatino etnico e diversi momenti di incontro e approfondimento.
Prima novità della nuova edizione sarà l’apertura del festival che avverrà nuovamente in Piazza Libertà, venerdì 4 luglio, alle ore 21.15, ospitando il live dei Subsonica. La rock band torinese, già protagonista sul palco di Fiera della musica nel 2002 e reduce da un anno di strepitosi successi, darà vita ad un show ricco di emozioni ed effetti speciali, facendo di Azzano Decimo una tappa de «L’Eclissi Tour 2008». La band spazierà tra i successi del passato e del presente, con la consueta alchimia di rock, elettronica, luci ed effetti scenografici di notevole impatto e suggestione.
Sabato 5 luglio la manifestazione si sposterà come di consueto negli spazi dell’Area Palaverde. Ad aprire la giornata ci sarà, innanzitutto, l’energia delle dieci band emergenti che si sfideranno, per vincere l’omonimo concorso, vero e proprio trampolino di lancio per i gruppi vincitori delle ultime edizioni.
Dalle 21.15, spazio ai grandi nomi. A salire sul palco per prima sarà la band punk rock britannica di culto degli Wire, tra le prime band a traghettare il punk verso i confini del noise e dell’alternative e ad aprirsi all’uso dei synth e capaci di influenzare decine di gruppi e musicisti, che proporrà la sua musica sperimentale in bilico tra glacialità e psichedelia. A seguire il live del cantautore fiorentino e anima del rock italiano Piero Pelù: “el diablo” con la sua carica esplosiva e ipnotizzante presenterà gli ultimi successi dell’album “Fenomeni”.
La giornata conclusiva, domenica 6 luglio, ospiterà dal mattino la Mostra del Disco Usato e da Collezione: un’occasione unica dove tutti gli appassionati potranno vendere, acquistare, scambiare e farsi valutare dischi e rarità del rotondeggiante mondo discografico con espositori provenienti da tutta Italia ed Europa; una gioia per gli occhi e le orecchie dei molti estimatori del caro e vecchio disco.
Il gran finale, a partire dalle 21.15, comincerà in compagnia di un gruppo leggendario: il James Taylor Quartet. Una miscela di soul, funk, jazz, spy movies, il tutto capitanato dallo splendido suono dell’organo hammond di Taylor. Il gruppo inglese scalderà l’atmosfera per il live di Elio e le Storie Tese e la loro inimitabile ironia. La band più alternativa nel panorama musicale italiano offrirà ai suoi fans uno show ricco di effervescenti ed esilaranti sorprese, affiancate dalla stravaganza del loro rock alternativo.
Tutte le informazioni sulla manifestazione sono reperibili sui siti www.fieradellamusica.it e www.myspace.com/fieradellamusica oppure è possibile rivolgersi all’Ufficio Cultura del Comune di Azzano Decimo, telefono 0434/636721; le prevendite saranno disponibili sui circuiti abituali TicketOne e BoxOffice.
Venerdì 4 luglio, Piazza Libertà SUBSONICA

La rock band torinese dei Subsonica aprirà l’edizione 2008 di Fiera della Musica; l’«Eclissi tour» sarà un esplosivo show traboccante di emozioni ed effetti speciali, con la consueta alchimia di rock, elettronica, luci ed effetti scenografici di notevole impatto e suggestione. Ingresso Euro 20,00 + prevendita. Prevendite aperte sui circuiti TicketOne e BoxOffice

Sabato 5 luglio, l’Area Palaverde, WIRE + PIERO PELU’
Il «warm up» spetterà alla band di culto britannica degli WIRE, tra le prime a traghettare il punk verso i confini del noise e dell’alternative e ad aprire all’uso dei synth, capace di influenzare decine di gruppi e musicisti con la sua musica sperimentale in bilico tra glacialità e psichedelia. A seguire il live del cantautore fiorentino e anima del rock italiano PIERO PELU’: «el diablo» dopo il ritorno alle origini di chitarra, basso e batteria, con la s ua carica ipnotizzante infiammerà la serata tra successi del passato e brani tratti dal nuovo album Fenomeni.

Domenica 6 luglio, Area Palaverde, JAMES TAYLOR QUARTET + ELIO E LE STORIE TESE
Finale pirotecnico in compagnia di due gruppi straordinari: JAMES TAYLOR QUARTET, una miscela di soul, funk, acid jazz, spy movies, il tutto capitanato dallo splendido suono dell’organo hammond di Taylor, scalderà l’atmosfera per il live di ELIO E LE STORIE TESE, la band più destabilizzante del panorama musicale italiano, che offrirà uno show ricco di effervescenti ed esilaranti sorprese con la stravaganza del suo rock alternativo. Ingresso Euro 18,00 + prevendita
Le prevendite sono aperte presso il Comune di Azzano Decimo e sui circuiti TicketOne e BoxOffice.

SUBSONICA

I Subsonica sono un gruppo italiano di alternative rock / synth rock nato a Torino nel 1996. Il loro nome nasce dall’unione delle parole Sonica, proposta da Samuele (voce) e Subacqueo proposta da Max (chitarra).
Nel 1997 esce il primo album SubsOnicA e nello stesso anno il gruppo collabora con Antonella Ruggiero incidendo Per un ora d’amore che insieme al relativo video farà acquisire alla band una crescente visibilità.
Il 1998 è un anno dedicato ai concerti in giro per l’Italia, quasi 150 live che registrano un’affluenza di pubblico sempre in crescita.
Nel 2000 partecipano al Festival di Sanremo con il brano Tutti i miei sbagli, che nei giorni successivi alla competizione canora sarà il singolo italiano più venduto.
Nel 2002 esce il disco Amorematico che contiene il brano Nuova ossessione, realizzato in collaborazione con i Krisma, e che si rivela uno dei loro più grandi successi. In settembre si esibiscono per la prima volta sul palco di Fiera della Musica richiamando oltre 2.500 fans e sempre nello stesso anno vengono premiati dall’MTV Europe Music Award come Best Italian Act e successivamente dall’Italian Music Awards per il progetto grafico di Amorematico e per l’arrangiamento di Nuvole Rapide.
Nell’ottobre del 2003 il giornalista Paolo Ferrari pubblica per la Giunti, il libro Anomalia Subsonica biografia ufficiale del gruppo.
Nel 2005 esce il singolo Incantevole che resta per oltre mesi in classifica e diventa il singolo più venduto dai Subsonica. Nel 2006, per la festa dei dieci anni dalla nascita del gruppo, oltre 200.000 persone affollano Piazza San Giovanni in Laterano a Roma in un mega concerto.
Nel 2007 è uscito il loro ultimo album L’eclissi e contemporaneamente è partito il nuovo tour.
Tra le collaborazioni oltre a quelle già citate, ricordiamo anche quella con Daniele Silvestri, Linea 77, Morgan dei Bluvertigo e tanti altri.

PIERO PELU’

Piero Pelù scopre il suo interesse per la musica fin da giovanissimo; già al liceo, infatti, diventa il frontman di una piccola band new wave, I Mugnions.
Nel 1982 nascono i Litifiba di cui è il leader, band che seguirà vari cambiamenti di stile: dalla new wave dei primi tempi, al rock dei primi anni Novanta, alla svolta pop rock dei tempi di Spirito. Il successo della band raggiunge il suo apice nel biennio 1997/99 con gli album Mondi Sommersi e Infinito: dopo il tour dell’ultimo album avviene il distacco dalla band e Pelù comincia a dedicarsi alla carriera solista.
Il debutto arriva nel 1999 con il singolo “Il mio nome è mai più” firmato da LigaJovaPelù. Lo stesso anno incide con Mina “Stay with me”, una cover in italiano, inserita nella disco della tigre Olio.
Nel 2000 avviene la pubblicazione del suo primo da solista Ne buoni ne cattivi trainato dai singoli Io ci sarò e Toro Loco. Nel 2005 collabora con la regista Tiziana Vasta al cartone animato L’alba del giorno prima in cui viene inserita la canzone Il tuo futuro.
Nel 2007 esce in esclusiva per MTV un album dal vivo, dal suono crudo e cristallino, dal titolo Storytellers.
Nel 2008 l’ultimo album Fenomeni anticipato dal singolo Tutti i fenomeni.

JAMES TAYLOR QUARTET

I JTQ sono un gruppo acid jazz e funk britannico, capitanati dall’hammondista James Taylor.
Formatosi nel 1985, si fa notare da subito per le performance live, caratterizzate da sonorità funky con spazio per gli assoli. Il primo singolo Blow-up era la cover di una sigla di un omonimo telefilm mentre il primo album Mission Impossible, conteneva un insieme di covers sui temi di film anni Sessanta come Alfie, Mrs Robinson and Goldfinger.
Il gruppo si afferma definitivamente all’inizio degli anni ’90 per la rivisitazione in chiave “hammondistica” di The theme from Starsky and Hutch (sigla dell’omonimo telefilm).
Successivamente il gruppo incide degli album soul con la partecipazione di cantanti come Rose Windross, Alison Limerick e Noel McKoy.
Nel 1995 il singolo Love the life anticipa il grande successo dell’album In the hand of the inevitable, dove sono presenti le sonorità tipiche dell’organo hammond. Nel 1998 i JTQ partecipano alla colonna sonora del film Austin Powers.
Durante la loro carriera James Taylor Quartet ha pubblicato 21 album alcuni dei quali firmati con il nome di New Jersey Kings.

ELIO E LE STORIE TESE

Elio e le Storie Tese nasce a Milano nel 1980 ad opera di Elio.
All’inizio Elio, oltre a cantare, è anche il chitarrista del gruppo fino all’84 quando arriva una delle migliori chitarre rock della piazza milanese, Cesareo. Elio preferisce, quindi, dedicarsi a fare il frontman a tempo pieno con misuratissime incursioni di flauto traverso.
Nel 1988, la bravura e la verve di Christian Meyer hanno ragione della Drumulator e, più o meno contemporaneamente, entra nel gruppo Feiez; canta, suona le percussioni, il sax, la chitarra, fa ridere, il tutto a livello Elio e le Storie Tese.
Nel 1992 si unisce alla band (pur rimanendo, come dice Elio, “un artista a sé”) Mangoni, compagno di classe di Elio al liceo, che viene chiamato a fare se stesso sul palco (un pirla, icona definitiva del pirla che è in ciascuno di noi) pur essendo nel frattempo diventato marito e padre amorevole nonché stimato architetto (autore, tra l’altro della “Mangoni Tower” di via Nervesa, facilmente visibile a chi transita sul cavalcavia da Piazzale Bologna a Piazzale Cuoco, guardando verso sinistra).
Ultimo arrivato, nel 1999, Jantoman o, come sempre più a furor di popolo sembra accreditarsi, “Uomo” che, in simbiosi perfetta con Rocco Tanica, condivide le numerose e complesse parti di tastiera.
Dal 1980 al 1988 Elio e le Storie Tese si dedicano a diventare fenomeno di culto a Milano e nelle zone limitrofe, con un certo successo, se si considera che nell’88, senza aver mai pubblicato un disco, richiamano oltre 4.000 spettatori paganti al Teatro Ciak.
Nel 1989 esce “Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu”, il loro primo album, che vende di botto 100.000 copie, seguito negli anni successivi da 8 album ufficiali tra cui 2 live.
Nel 1991 suonano al concerto del 1° Maggio in Piazza San Giovanni e vengono censurati in diretta RAI: avevano improvvisato un rap dedicato agli scandali insabbiati della Prima Repubblica.
Nel 1992 il loro singolo “Pipppero”, con la partecipazione de “Le Mystère des voix bulgares”, conquista il primo posto in classifica per sei settimane.
Nel 1996 partecipano al Festival di San Remo piazzandosi al secondo posto e vincendo il premio della critica “Mia Martini”. Indimenticabile la loro apparizione vestiti in abito da alieno e con la testa rasata colorata di argento. “La terra dei cachi”, il brano presentato, rimane primo in classifica per 8 settimane e l’album “Eat The Phikis” vende oltre 200.000 copie.
Nel 1999 vengono premiati a Dublino come “Best Italian Act” agli European Music Awards di MTV e nel 2003 vengono premiati a Milano come “miglior videoclip” agli Italian Music Awards della F.I.M.I.
Nel 2003 suonano per la prima volta sul palco di Fiera della Musica davanti ad un pubblico di oltre tremila persone.
Nel 2008 vengono chiamati da Pippo Baudo a condurre il Dopofestival che ottiene un grandissimo successo di pubblico raggiungendo percentuali del 30% di share e quasi 2 milioni di telespettatori (a notte fonda!!!) e dove presentano le loro geniali reinterpretazioni di alcuni dei brani in gara al Festival.

facebook

Lascia un commento

3.404