Bearzi

Fine anno negli asili nido comunali

L’anno educativo dei due nidi d’infanzia comunali, “l’Aquilone di via G. Cantore, e “Il Germoglio” di via Auronzo, si è chiuso con le tradizionali feste che ha visto riuniti i bambini, le famiglie e gli operatori delle due strutture.

In questi giorni il consigliere delegato Alessandro Basso, a cui il sindaco Alessandro Ciriani ha affidato il compito di governare il delicato settore all’infanzia, nella sua prima uscita pubblica si è recato in visita alle due strutture.

«Ringrazio tutto il personale che mi ha accolto con grande gentilezza e professionalità (deliziosa la torta!)» ha commentato l’esponente della giunta Ciriani in visita al “Germoglio”. «Prima di salutare i genitori dei bimbi che arriveranno a settembre, assieme alla dirigente Patrizia Mauro, ho visitato tutta la scuola, le cucine, il giardino e ho potuto apprezzare un progetto formativo di alta qualità, discutendo di psicomotricità, coordinamento pedagogico, bisogni dei bambini. Ho portato i saluti del neo sindaco Alessandro Ciriani e ho ascoltato molte istanze che ci impegneremo a realizzare durante il nostro mandato».

«Accanto agli aspetti educativi e didattici finalizzati alla tutela dell’infanzia e alla difesa dei diritti dei minori e al sostegno alle famiglie, come abbiamo dimostrato recentemente reperendo risorse per i voucher – puntualizza il sindaco Alessandro Ciriani – sarà prioritario creare le migliori condizioni affinché le strutture comunali siano adeguate ai bisogni e alle aspettative dei “piccoli” fruitori».

 

Le feste

Al nido “L’Aquilone” un gruppo di genitori che si sono improvvisati attori, con tanto di costumi e scenografia, hanno messo in scena la rappresentazione del libro “Il ciuccio di Nina” di Christine Naumann Villemin. Tale scelta è dovuta al fatto che il racconto è inserito nel progetto “Leggere il Nido” che propone durante l’anno la lettura di libri che aiutano il processo di crescita e avviamo i bambini ai sentimenti di amicizia, solidarietà ed integrazione. Ed anche la partecipazione attiva delle famiglie alle attività del Nido contribuisce alla formazione della personalità dei minori. L’incontro è proseguito con la consegna ai più piccoli del “Diario di bordo”, il libro personale in cui viene raccolta un’antologia di disegni, foto, pensieri e commenti che documenta l’esperienza vissuta dal bambino al nido, mentre i più grandi, che lasceranno il nido, sono stati gratificati con un diploma e con il sacchetto personale che li accompagnerà nelle nuove esperienze scolastiche.

Al Nido “Il Germoglio” la festa è stata animata da musica e giochi. Nel giardino sono stati inaugurati tre giochi creati con materiali di riciclo da un gruppo di genitori della sezione “Fiori”. È la fase conclusiva del “Progetto natura” che si pone come obiettivo la riscoperta dei valori degli elementi naturali che ci circondano. Sono stati allestiti un tavolo riflettente, un pannello musicale ed un pulmino, che hanno riscosso curiosità e grande interesse fra i bambini. La musica e le melodie prodotte da tamburo a cornice, dall’organetto diatonico, dalle nacchere, dalla chitarra e dalla tamborra suonati da Danilo Andrioli e Domenico Bocale hanno accompagnato i bambini nella scoperta dei giochi.

I nidi chiudono oggi 11 luglio ma un gruppo di bambini proseguirà l’esperienza di gioco per altre due settimane al punto verde estivo, mentre per i bambini di 1 e 2 anni si ritroveranno a fine agosto con una merenda prima dell’inizio del nuovo anno educativo.

Powered by WPeMatico

facebook
225