Domenica 6 dicembre al Giovanni da Udine dalle 9.30. La giornata, aperta dal sindaco Honsell e da una breve testimonianza di Beppino Englaro, sarà suddivisa in tre sessioni dedicate ai punti di vista della scienza, della religione e del diritto

La vita, la morte, la salute e la malattia saranno al centro del convegno “Scienza, religione e società di fronte alla questione del fine vita”, in programma domenica 6 dicembre a partire dalle ore 9.30 al Teatro Nuovo Giovanni da Udine. L’incontro, organizzato dal Comune di Udine in collaborazione con l’Associazione Per Eluana, sarà aperto dal benvenuto del sindaco Furio Honsell e dai saluti delle autorità presenti. Parteciperà anche Beppino Englaro, che porterà una sua breve testimonianza prima dell’inizio dei lavori, che sono stati suddivisi in tre sessioni, dedicate ai punti di vista della scienza, della religione e del diritto, in rapporto alla questione del fine vita. Alle 10 partirà la prima sessione, dedicata alla scienza medica di fronte alla questione del “fine vita”. Ne discuteranno Gian Domenico Borasio, direttore del centro di Cure palliative della Ludwig Maximilian Universität di Monaco di Baviera e Carlo De Fanti, professore emerito di Neurologia, moderati dal dottor Amato De Monte. La seconda sessione di lavori comincerà alle 11.40 e affronterà il tema dell’etica e del diritto di fronte alla questione del “fine vita”. Moderati dal Luigi Reitani, assessore alla Cultura del Comune di Udine, parleranno Gabriella Caramore, giornalista Rai, curatrice del programma Uomini e profeti e Sergio Fucci, magistrato, già consigliere in corte di Appello.
Nel pomeriggio i lavori riprenderanno alle 15 con il tema della religione di fronte alla questione del “fine vita”. A colloquio ci saranno Rinaldo Fabris, teologo del seminario arcivescovile di Udine, Cristina Arcidiacono, pastora della Chiesa Evangelica Battista di Cagliari, Svamini Hamsananda Giri, monaca induista, Sergio Ujcich Ahmad, portavoce del Centro Islamico di Trieste, Migna Rimpoce, maestro buddista e Itzamak David Margalit, rabbino capo della comunità ebraica di Trieste e del Friuli Venezia Giulia. Il dibattito sarà moderato da don Pierluigi Di Piazza, fondatore e direttore del centro di accoglienza “Ernesto Balducci” di Zugliano.
La giornata si chiuderà alle 21 sempre al “Giovanni Da Udine” con lo spettacolo teatrale “Tanti saluti”, un progetto di teatro civile clownesco di Giuliana Musso con Beatrice Schiros, Gianluigi Meggiorin, Giuliana Musso. La direzione clown è di Maril van den Broek, la ricerca, la drammaturgia di Giuliana Musso e la regia di Massimo Somaglino.

Lascia un commento

566