Fino al 14 febbraio l’esposizione nella chiesa di Sant’Antonio abate (Udine).

Nando Toso, maestro di paesaggi.
Fino al 14 febbraio l’esposizione nella chiesa
di Sant’Antonio abate (Udine)

Il colorismo multiforme di Nando Toso è l’aspetto che più caratterizza l’opera pittorica dell’artista friulano a cui la Provincia di Udine ha dedicato un doveroso tributo nel solco del percorso di valorizzazione degli esponenti locali dell’arte contemporanea intrapreso da alcuni anni. Oggi, venerdì 18 dicembre, nella chiesa di Sant’Antonio abate l’inaugurazione della mostra (visitabile fino al 14 febbraio), tassello di un corposo progetto sull’eclettico pittore udinese che comprende anche un catalogo monografico, il convegno sull’arte negli edifici pubblici tenutosi a palazzo Belgrado la settimana scorsa, un concerto in programma per la primavera e attività didattiche per le scuole.
La rassegna è dedicata all’intera opera dell’artista friulano Nando Toso (Udine, 1921 – ivi, 2010) e coglie gli aspetti più importanti e salienti della sua produzione artistica. Tra i fondatori del Centro Friulano Arti Plastiche, l’artista è presente a sei edizioni dell’Intart, a tre internazionali di grafica e a numerose altre manifestazioni in Italia e in Europa.
Le sale espositive abbracciano diversi esempi della pittura di Toso, suddivisi in sezioni quali gli “Esordi”, i “Paesaggi”, il “Periodo informale” e le “Inquietudini”, in cui ricordi e visioni si tramutano in segno e colore. Due sezioni sono dedicate alla tematica degli “Intarsi di colore”. “Le ultime luci” è il tema suggestivo della penultima sezione. L’ultima sala della zona absidale della chiesa è dedicata agli autoritratti e al ritratto di Nando Toso realizzato dal maestro Guido Tavagnacco.
La mostra è stata inaugurata alla presenza del presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, dell’assessore alla cultura, Francesca Musto, del presidente del Consiglio provinciale, Fabrizio Pitton e del sindaco di Talmassons, Piero Mauro Zanin con gli interventi di Giuseppe Bergamini e Gianfranco Ellero, curatori della mostra, Andrea e Marco Toso, figli dell’artista.

L’esposizione rimarrà aperta fino al 14 febbraio 2016, dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:30 alle 19:00, lunedì chiuso.
L’ingresso è gratuito.

 

Powered by WPeMatico

facebook
562