Fiorentina-Udinese 3-2: le immagini dei gol

DSC_9451-armeroL’Udinese torna a casa da Firenze con la quarta sconfitta consecutiva in trasferta maturata nonstante il vantaggio iniziale. Guidolin sceglie il 3511 con Domizzi al posto di Danilo; c’è il rientro di Benatia con Ferronetti spostato come terzo di sinistra. Il centrocampo recupera Armero con Pazienza confermato centrale mentre Floro Flores affianca Di Natale in attacco dopo la buona prova contro il Lecce.

L’avvio è favorevole all’Udinese con una Fiorentina frastornata. Da un errore di Montolivo nasce il cross di Armero che pesca Di Natale che beffa Boruc con un pallonetto che sbatte sul primo palo prima di insaccarsi. Siamo al 14°. La Fiorentina, fra i mugugni dei tifosi fa molta fatica a prendere in mano il gioco anche se pian piano schiaccia l’Udinese nella sua metà campo. Da uno dei tanti cross di Pasqual, deviato in area con la mano da Benatia (causa un colpo di vento?) nasce il rigore che Jovetic realizza battendo centrale. E’ pareggio quando siamo l 41°. La Fiorentina che aveva dovuto lottare contro la paura e contro il forte vento che tagliava il Franchi torna in campo nella ripresa con molta più convinzione. Dopo 11 minuti l’insitenza viola viene premiata: l’ennesimo cross di Pasqual coglie impreparato Armero che si fa anticipare in maniera elementare da Cassani. Senza Floro, uscito per infortunio, e sotto di un gol, l’Udinese fatica a reagire e il terzo gol arriva all’84° quando Benatia ferma Jovetic con un fallo. Rigore che lo stesso montenegrino trasforma in gol. Al 90° il primo squillo di Torje che segna il suo primo gol con un tiro di sinistro da fuori area dopo una combinazione con Di Natale. L’Udinese (41) rimane terza visto la sconfitta di Inter (36) e Lazio (39). Juve (45) e Milan (44) pareggiano e non scappano. La Roma (34) si riavvicina. Sabato alle 18 arriva il Milan al Friuli

HANDANOVIC 6: sui rigori non gli si può sempre chiedere i miracoli. Una uscita bassa strepitosa fa da contraltare a due indugi di troppo fra i pali: nel primo tempo Amauri in area piccola manda fuori; sul secondo gol la palla era fuori portata per una uscita alta?

BENATIA 5: soffre ma resisite nella marcatura su un coriaceo Amauri, commette una leggerezza imperdonabile sul primo rigore (ma sarà stata colpa del vento?). Nel finale causa un rigore, generoso ma non inventato, non potendo fermare in altro modo Jovetic. Fuori forma dopo la Coppa d’Africa o ha il fiato troppo corto? Il periodo più intenso comincia adesso.

DOMIZZI 6: niente a che fare con l’eleganza di Danilo ma a modo suo Domizzi riesce a farsi rispettare e ci mette tutta l’esperienza. Da brividi l’anticipo  di Amauri su una palla sul primo palo che riporta alla mente la scarsa reattività con Matri

FERRONETTI 6: svolge il suo compito senza strafare ma anche senza compiere errori.

BASTA 5,5: nel primo tempo riesce a tenere testa a Pasqual e aiuta Benatia in difesa ma i viola sfondano proprio da quella parte.  Non riesce a spingere come da abitudine e in difesa fatica. Non in perfette condizioni lascia il campo al 67°.

dal 67° TORJE 6,5: entra per l’ultimo quarto di gara ma lascia il segno più di quanto avesse mai fatto. Forse motivato per il fatto di essere stato sorpassato da Fabbrini nei favori del mister ci mette cattiveria e quantità. Il gol lo premia, è il primo in serie A.

ISLA 5,5: in trasferta non ha le stesse opportunità di inserimento di quando è al Friuli. Ne risente tutto il gioco d’attacco. Fatica ad aiutare Basta in fascia.

PAZIENZA 6: sulla demolizione del gioco avversario ci siamo. Tende a verticalizzare un po’ troppo rispetto agli schemi privilegiati da Guidolin. Una delle palle in verticale pesca però Di Natale sul filo della difesa avversaria. Il guardialinee sbandiera ma non era fuorigioco. Eravamo sul 2-1

FERNANDES 6: positivo nel primo tempo, non riesce a contrastare nella ripresa il gioco della viola risultando piuttosto anonimo

ARMERO 5,5: inventa l’azione del primo gol su un errore di Montolivo. Cerca le sue percusisioni e dimostra di essere in forma servendo un altra palla a Di natale che Boruc devi in agolo. L’errore difensivo che porta al 2-1 ricorda tantissimo il gol che l’Udinese subì l’anno scorso contro il Bologna all’esordio del colombiano. Insomma in fase difensiva può migliorare

FLORO FLORES 6: Floro sta imparando a interpetrare il nuovo ruolo di appoggio a Di Natale. Si impegna tantisismo e aggiounge anche buona qualità. Si fa male in un saltello insignificante. Zoppicava parecchio, speriamo non sia una cos alunga visto lo stato di forma e l’arrivo dell’Europa League

dal 59° ABDI  5,5: niente da fare. deve cambiare marcia se vuole fare parte con costanza della squadra. Guidolin lo esclude dall’inizio. E’ più di un segnale

DI NATALE6,5: alla prima palla fa gol, alla seconda prova il gol impossibile, poi si incapponisce a calciare anche da posizioni impossibili. Duetta bene con Torje per il gol che chiude la contesa

642